Spray all’ossitocina per mangiare meno e dimagrire

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 23/04/2015 Aggiornato il 23/04/2015

L’utilizzo di questo ormone potrebbe aiutare anche a restare in forma: fa diminuire l’appetito e, di conseguenza, l’apporto calorico

Spray all’ossitocina per mangiare meno e dimagrire

Che cos’è l’ossitocina? Si tratta di un ormone molto conosciuto dalle donne, soprattutto dalle mamme. L’ossitocina è, infatti, l’ormone “dell’amore” e viene liberata al momento del parto così come nei giorni a seguire, rivelandosi fondamentale per stabilire anche il legame affettivo tra madre e figlio. Un recente esperimento statunitense ha rilevato che uno spray all’ossitocina potrebbe servire anche per dimagrire.

Poteri dimagranti

A individuare i probabili poteri dimagranti dello spray all’ossitocina, è stata una ricerca dell’Harvard Medical School di Boston, condotta però soltanto su un campione di sesso maschile. A una parte di questi ultimi è stato spruzzato per via nasale lo speciale spray all’ossitocina, a digiuno e prima di offrire loro una succulenta colazione. All’altra parte del campione, invece, è stato somministrato, con le stesse modalità, uno spray nasale placebo. Il risultato evidente è stato che gli uomini trattati con ossitocina hanno mangiato meno di chi ha “inalato” lo spray placebo.

Controlla grassi e glicemia

L’ossitocina, infatti, oltre a essere l’ormone affettivo per eccellenza, è una sostanza formidabile a livello terapeutico: funziona bene per la terapia dell’autismo così come per curare l’obesità. L’ossitocina, quindi, agisce positivamente sia sul metabolismo dei grassi (riducendone l’assorbimento) sia come controllore della glicemia, evitando appunto picchi insulinici e riducendo al contempo i valori dello zucchero nel sangue. 

Servono conferme

Per ora la ricerca è stata, dunque, condotta su un campione esclusivamente maschile, ma sicuramente verrà coinvolta nello studio anche una “rappresentanza” femminile. Infatti, perché l’ossitocina (e lo spray all’ossitocina) sia ritenuta un efficace strumento terapeutico anti-obesità, è necessario che siano allargati gli studi a campioni più ampi. Inoltre, è importante che ne siano verificati gli effetti anche a lungo termine così come l’eventuale rischio di assuefazione. 



 

 

 

In breve

SI’ A DIETA E SPORT

 L’obesità, sia maschile sia femminile, si previene con dieta equilibrata e attività fisica costante. Quest’ultima, in attesa di conferme scientifiche riguardo ad altri strumenti terapeutici, svolge un efficace ruolo anti-fame, prevenendo abbuffate causate da noia e nervosismo.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gravidanza e vaccino contro difterite-tetano-pertosse: il richiamo va fatto ogni volta?

06/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il richiamo del vaccino trivalente DTP è raccomandato a ogni nuova gravidanza per garantire al nascituro un "bagaglio immunitario" in grado di proteggerlo da difterite, tetano, pertosse fino a quando non verrà sottoposto lui stesso alla vaccinazione.  »

Sono davvero a rischio di diabete gestazionale?

01/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Quando si inizia la gravidanza in una condizione di obesità e, in più, si aumenta di peso rapidamente già a partire dal primo trimestre il rischio di sviluppare il temibile diabete gestazionale diventa alto, soprattutto se l'esame della curva da carico di glucosio evidenzia un'iperproduzione di insulina....  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti