Troppa carne rossa accorcia la vita

Silvia Camarda A cura di Silvia Camarda Pubblicato il 03/09/2019 Aggiornato il 03/09/2019

Bistecche, insaccati e braciole, carne rossa, oltre ad aumentare il rischio di cancro, favoriscono malattie come diabete e malattie cardiovascolari

Troppa carne rossa accorcia la vita

Mangiare troppa carne rossa accorcia la vita. Almeno così sembra da un nuovo studio condotto dall’università di Harvard, pubblicato sul British Medical Journal, secondo il quale aumentando il consumo di carne rossa, cresce anche il rischio di morte prematura negli anni successivi.  Non solo: secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità, la carne lavorata, come gli insaccati, è cancerogena, mentre quella rossa è probabilmente cancerogena.

Esiti di una lunga ricerca

I ricercatori hanno esaminato i dati raccolti tra 1986 e il 2010, di circa 53mila donne di età tra i 30 e i 55 anni, e 27mila uomini, tra i 40 e i 75 anni, tutti in buona salute all’inizio dello studio, per capire  se un cambiamento (riduzione o aumento) del consumo di carne rossa per un periodo di otto anni potesse essere un fattore predittivo del rischio di mortalità precoce negli otto anni successivi. Durante il periodo di studio, il team ha osservato che si sono verificati circa 14mila decessi principalmente dovuti a malattie cardiovascolari, cancro, malattie respiratorie e neuro-degenerative.

Attenzione alla carne lavorata

Inoltre, è stato rilevato che un maggior consumo di carne rossa è associato a un rischio più elevato di mortalità, e i maggiori pericoli derivano dal consumo di carne lavorata. Un aumento di almeno mezza porzione al giorno (3,5 porzioni alla settimana) di carne rossa, per 8 anni, è legato a un rischio maggiore del 9% di morte prematura. Mentre, un aumento della stessa quantità di carne lavorata è associato a un rischio di morte del 13% più elevato.

Sotto accusa i grassi saturi

Sebbene lo studio non dimostri una relazione di causa-effetto tra carne rossa e rischio di morte prematura, i ricercatori per ora ipotizzano che i rischi aumentati per la salute potrebbero dipendere dalle quantità elevate di grassi saturi, ferro Eme, conservanti e altre sostanze contenute nella carne rossa. Al contrario, sostituire le proteine animai con quelle vegetali come cereali integrali, verdure, legumi, uova e pesce, è associato a un minor rischio di mortalità precoce per gli otto anni successivi.

 

 

 
 
 

Da sapere!

Sostituire una porzione al giorno di carne rossa con una di pesce, almeno per otto anni, riduce il rischio di morte del 17% negli otto anni successivi.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti