Conciliare lavoro e famiglia? Per due donne su tre si può!

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 03/05/2013 Aggiornato il 30/01/2015

Per una donna, giostrarsi tra lavoro e famiglia non è mai semplice. Eppure, secondo una recente indagine, non sono poche le mamme che dichiarano di essere riuscite a trovare un equilibrio

Conciliare lavoro e famiglia? Per due donne su tre si può!

Riuscire a conciliare lavoro e famiglia non è impresa facile. E questo vale soprattutto per le donne che, ancora oggi, si occupano delle faccende domestiche sicuramente più dei loro compagni. Su questo tema così attuale è stata condotta di recente un’indagine, per conto del networking online LinkedIn, su un campione di 5mila donne lavoratrici.

Trovare un equilibrio è la vera sfida

Ne è risultato che per il 40 per cento delle intervistate la vera sfida non è guadagnare di più, rivestire un ruolo di responsabilità, fare carriera… ma riuscire a conciliare lavoro e famiglia, avendo quindi il tempo per dedicarsi a quest’ultima. Mantenere questo delicato e faticoso equilibrio è il principale obiettivo delle donne che hanno una professione. Proprio per questo, ben il 76 per cento delle donne vorrebbe una maggiore flessibilità nell’orario e nel tipo di lavoro che svolge. Il dato che ha sorpreso gli esperti è che, pur riconoscendo che trovare un punto di incontro tra lavoro e famiglia sia un “gran lavoro”, ben due donne su tre sono ottimiste sulla loro capacità di riuscirci.

 
 
 

In breve

DONNE IN CARRIERA ADDIO?

Sembra tramontata l’icona della donna in carriera che, pur di affermarsi nella sua professione, sceglie di non formare una famiglia oppure la trascura. Secondo gli esperti che hanno analizzato i risultati dell’indagine, si sta affermando invece la figura di una donna più matura e attenta ai bisogni propri e a quelli della propria famiglia.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Ancora podalico in 31ma settimana
17/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Il bambino può "mettere la testa a posto", ossia assumere la posizione cefalica, anche quando mancano solo poche settimane alla data del parto.   »

Dopo il vaccino niente farmaci per più di un mese?
17/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

L'indicazione di non somministrare alcuna medicina (escluso l'antifebbrile) nelle sei settimane successive alla vaccinazione è scorretta.   »

Gemellino che all’improvviso si comporta male
03/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Dietro ad atteggiamenti che all'improvviso diventano aggressivi e difficili da gestire c'è sempre una rabbia che il bambino deve imparare ad allontanare. Fargliela disegnare può essere d'aiuto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti