Incontinenza urinaria post parto: lo yoga la migliora fino al 70%

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 10/06/2014 Aggiornato il 10/06/2014

Per l’incontinenza urinaria post parto c’è una forma speciale di yoga che, secondo alcuni studiosi americani, potrebbe aiutare le donne che ne soffrono

Incontinenza urinaria post parto: lo yoga la migliora fino al 70%

L’incontinenza urinaria è uno dei disturbi post parto più comuni. E proprio contro questo fastidioso problema arriva una buona notizia. Si tratta di una forma speciale di yoga che, secondo alcuni studiosi americani, potrebbe aiutare le donne che soffrono di perdita del controllo della vescica. Ecco perché lo yoga funziona come anti-incontinenza urinaria.

Lo studio americano: venti donne coinvolte

A rivelarlo è appunto uno studio dell’università della California di San Francisco pubblicato sulla rivista “Female Pelvic Medicine & Reconstruction Surgery”. Gli scienziati hanno scoperto che un particolare programma di training di yoga migliora la salute pelvica delle donne e contribuisce ad aumentare il controllo sul problema dell’incontinenza urinaria prevenendo le perdite accidentali d’urina. Lo studio ha coinvolto venti donne di almeno 40 anni che riportavano incontinenza urinaria quotidianamente.

Una terapia yoga specifica

A dieci di queste donne è stato fatto seguire un programma speciale di terapia yoga di sei settimane. Le donne appartenenti a questo gruppo hanno riferito un miglioramento del 70 per cento dei loro problemi di incontinenza, a fronte di un miglioramento del gruppo di controllo del solo 13 per cento. In particolare, il sintomo su cui il programma ha avuto piu’ effetto è stato lo stress legato dall’incontinenza o dalle perdite che incrementa la pressione addominale.

Incontinenza urinaria, una malattia silenziosa

L’incontinenza urinaria è la perdita involontaria di urina attraverso l’uretra. È spesso chiamata “malattia silenziosa” perché le donne che ne soffrono raramente ne parlano al proprio medico. Eppure si tratta di una patologia molto comune, che coinvolge circa 2 milioni di donne in Italia. Nella maggioranza dei casi, l’incontinenza urinaria è provocata da un indebolimento dei muscoli del pavimento pelvico che tengono chiusa l’uretra. Ogni volta che perdono elasticità, attività quotidiane come una risata, un colpo di tosse, il sollevamento di un peso o una corsa possono provocare una perdita. È tuttavia possibile rinforzarli nuovamente. Nelle donne in particolare, l’incontinenza urinaria è spesso conseguenza delle trasformazioni fisiologiche che accompagnano la gravidanza, il parto e la menopausa. 

In breve

FREQUENTE IN GRAVIDANZA E DOPO

L’incontinenza urinaria è un effetto collaterale molto comune della gravidanza e del parto. I cambiamenti ormonali, uniti alla pressione esercitata sulla vescica dall’utero e agli sforzi del parto, possono ridurre l’efficienza dei muscoli pelvici. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di sei mesi che si addormenta solo se cullata

18/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Intorno ai quattro mesi di vita, tutti i bambini dovrebbero imparare ad addormentarsi da solo: se questo non accade si può ricorrere a un metodo che nella maggior parte dei casi dà buoni risultati.   »

Bimba che sorride a tutti ma non alla mamma

18/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Per ottenere risate e gridolini allegri dal proprio bambino, può essere sufficiente relazionarsi con lui in modo sereno e gioioso.   »

Vaccino anti-Coronavirus: è davvero una fake-news che causi infertilità?

13/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Luca Cegolon, MD, MSc, DTM&H, PhD

Nel Web circolano bufale a volte così ben confenzionate da diventare credibili anche per persone competenti. Documentarsi sempre in modo meticoloso, prima di dare credito a ipotesi che mettono in discussione le scelte delle autorità sanitarie è quanto di meglio si possa fare per non cadere nelle tante...  »

Fai la tua domanda agli specialisti