Pavimento pelvico: rinforzalo contro le piccole perdite

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 25/08/2016 Aggiornato il 25/08/2016

Allenare il pavimento pelvico con la ginnastica può prevenire ed evitare perdite improvise e… imbarazzanti

Pavimento pelvico: rinforzalo contro le piccole perdite

Sono ben 400 milioni le persone nel mondo e 4 milioni in Italia, 1 donna su 4 prima della menopausa e 2 su 5 dopo. Sono questi i numeri dell’incontinenza urinaria e dei problemi urogenitali che riguardano anche il 35% degli uomini oltre i 40 anni. Nonostante questi numeri però, l’incontinenza urinaria è ancora considerata un tabù in grado di influenzare e condizionare la vita di chi ne è colpito. Ma la soluzione c’è: rinforzare il pavimento pelvico.

I diversi tipi di incontinenza

L’incontinenza urinaria così detta da sforzo si manifesta a seguito di colpi di tosse, starnuti, risate, sollevamento di pesi. Nasce dalla presenza di una competenza sfinterica diminuita, le cui cause possono essere variazioni ormonali post menopausa, abbassamenti della vescica e indebolimento della statica pelvica post parto, aumento di peso e di pressione endoaddominale. L’incontinenza urinaria da urgenza, invece, deriva da malattie di tipo neurologico, metabolico, per cui si avverte un improvviso stimolo urinario, spesso non dominabile, e la conseguente perdita di controllo.

La funzione del pavimento pelvico

ll pavimento pelvico è composto da diversi muscoli che circondano e contengono l’uretra, la vescica e l’utero e dovrebbero mantenere il controllo di queste “aperture” insieme ai muscoli sfinterici: per questo è importante che mantenga tono ed elasticità. Se i muscoli del pavimento pelvico sono indeboliti, l’uretra in presenza di sforzi si può abbassare, causando delle perdite. Esercitare i muscoli del pavimento pelvico è un modo efficace per minimizzare o prevenirle.

Gli esercizi di Kegel

Gli esercizi più noti specifici per questo problema sono quelli messi a punto dal ginecologo Arnold Kege per  rinforzare il muscolo pubo-coccigeo;  consistono in una serie di contrazioni della muscolatura che costituisce il pavimento pelvico della durata di 10 secondi, intervallati da pause di uguale durata. 


Le tecniche nuove

Tra gli esercizi più nuovi ci sono quelli proposti dalla Pelvicore technique, un programma ideato da Kari Bø, che mira a tonificare i muscoli del pavimento pelvico, gli addominali e i muscoli dorsali, per riacquistare l’equilibrio e il controllo del corpo. Questo tipo di allenamento unisce esercizi per il rafforzamento della muscolatura del pavimento pelvico ad altri più generali di tonificazione muscolare, partendo dal presupposto che si debba dare sostegno agli organi sia dall’interno, agendo sulla muscolatura specifica, sia dall’esterno, migliorando la postura. La Pelvicore technique si è rivelata efficace nel prevenire e curare i problemi di piccole perdite di molte donne. Gli esercizi si possono trovare sul sito www.dedicatoame di Tena.

 

 

 
 
 

lo sapevi che?

La frequenza di svuotamento della vescica giudicata normale è di 4-5 volte al giorno, ma è fortemente influenzata anche dalle abitudini alimentari.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Reazioni sulla pelle dopo il vaccino anti-Covid

12/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Rocco Russo

Le eventuali reazioni locali all'inoculazione del vaccino possono essere controllate con pomate a base di antistaminico.  »

Feto un po’ più grande rispetto all’atteso

12/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Gaetano Perrini

La gravidanza può essere ridatata grazie a quanto rilevato con la prima ecografia.   »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti