Ragadi al capezzolo e allattamento

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 13/01/2015 Aggiornato il 26/01/2015

Che cosa sono le ragadi al capezzolo, quali sono le cause e i giusti rimedi per curare questo disturbo del seno e poter continuare l'allattamento senza problemi

Ragadi: quei “taglietti” che ostacolano l'allattamento

Questi taglietti intorno al capezzolo sono tra i disturbi più frequenti che possono comparire durante l’allattamento impedendo, talvolta, il proseguimento del-le poppate al seno. Insorgono, per lo più, a causa di un attacco scorretto del bebè al capezzolo, del mantenimento della stessa posizione durante le poppate o di un eccessivo sforzo del bambino durante la suzione, in seguito a un ingorgo mammario. Inoltre, l’umidità del latte e della saliva del neonato può portare alla macerazione della pelle che, una volta indebolita, può tagliarsi.

Che cosa fare

  • Lavare il seno dopo la poppata senza sapone, per non seccare la pelle, e lasciarlo asciugare all’aria.
  • Se si continua ad allattare, applicare i paracapezzoli, apposite coppette in silicone che si posizionano sul capezzolo prima di attaccare il bimbo.
  • Sospendere l’allattamento se si rivela troppo doloroso: è utile, in questo caso, svuotare le mammelle, con il tiralatte o mediante la spremitura manuale, e offrire il latte al bebè con il biberon.
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Creme solari: si possono usare in allattamento?

24/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Durante l'allattamento è opportuno usare, all'occorrenza, prodotti per la protezione dai raggi del sole contenenti filtri fisici e non chimici.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti