Stanchezza post parto

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 13/01/2015 Aggiornato il 26/01/2015

Pulire casa, accudire il bebè e recuperare le forze fisiche spese durante la gravidanza e il parto. Come conciliare tempo e risorse per recuperare un po' di forza fisica

dormi bambino

Una volta tornata a casa la mamma deve riprendersi dalle fatiche del parto ed è inevitabile che si senta spossata. Inoltre, bisogna assecondare le numerose esigenze del bebè: dalla fame al cambio del pannolino. In questo nuovo ritmo delle giornate non sempre si riesce a trovare il tempo per recuperare le ore di sonno perse.

Che cosa fare

  1. Un consiglio utile per le prime settimane è seguire i ritmi del neonato: dormire quando lui dorme, svegliarsi quando lui si sveglia. Anche se non è semplice abituarsi a riposare poco e spesso, questo “espediente” consente però di recuperare le energie.
  2. Se le poppate notturne sono molto stancanti, può essere utile nei primi tempi (quando il neonato si attacca più spesso al seno) posizionare il lettino del bebè accanto al proprio, in modo da poterlo allattare più facilmente anche a letto.
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti