Amore (e sesso) ai tempi delle app

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 27/10/2016 Aggiornato il 27/10/2016

Sono sempre di più gli italiani che si affidano alle app per la ricerca di amore e sesso

Amore (e sesso) ai tempi delle app

Anche l’amore e il sesso, oggi, passano inevitabilmente dal web e dalle app. Addirittura, alcuni sondaggi hanno stabilito che un italiano su tre ricorre alle app per quanto riguarda la ricerca dell’amore o di un’avventura sessuale.

500 app

Puntare sulle app per trovare l’amore è anche una scelta vantaggiosa dal punto di vista statistico. Infatti, sono ben più di 500 le app interamente dedicate al mondo dei sentimenti e del sesso. E tutte facilmente accessibili con pochi click.  Secondo una recente indagine condotta dalla Federazione italiana di sessuologia, il 34% degli intervistati ha usato un’app per incontrare un partner nuovo e più dell’ 85% ha evitato quelle a pagamento.

Un partner con pochi click

Il campione intervistato ammette di avere scaricato le app proprio per cercare un partner che fosse esterno alla solita cerchia di amicizie e conoscenze o per evitare di interfacciarsi immediatamente di persona con un potenziale partner ma anche per mancanza di tempo.

Seguono i social network

Una buona posizione riguardo alla ricerca dell’anima gemella è occupata anche dai social network. Circa la metà degli intervistati ha dichiarato di puntare sui social network per conoscere nuovi partner, ma senza eccessive aspettative di serietà sulla relazione. Anzi, a muovere questo tipo di ricerca sono curiosità e voglia di rischiare. A tal proposito, sono più del 53% gli intervistati ad aver praticato sexting sui social network.

Risvolti sulla coppia

Secondo gli esperti, social network e app per gli incontri rendono possibile la conoscenza di persone nuove e interessanti, ma sono anche strumenti utili per mantenere vivo l’erotismo nelle coppie datate o in chi vive una relazione a distanza.

 

 
 
 

In breve

PER ORA REGGE LA TRADIZIONE

La maggioranza degli italiani single continua a preferire gli incontri reali a quelli virtuali: cene e feste da amici restano le occasioni di incontro classiche.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perdite di sangue nel primo trimestre: cosa può essere?

27/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una volta escluso, grazie all'ecografia, che il sanguinamento sia dovuto a un distacco o ad altre complicazioni, occorre capire se la causa potrebbe essere un'infezione.   »

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Fai la tua domanda agli specialisti