Anti-stress: cibo per le donne, sesso per gli uomini

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 14/03/2017 Aggiornato il 14/03/2017

Ognuno, si sa, ha il proprio modo di reagire alla tensione, ma esistono anti-stress comuni alle donne e agli uomini

Anti-stress: cibo per le donne, sesso per gli uomini

Come noto, in molti ambiti, le differenze tra donne e uomini sono marcate. Parliamo in particolar modo degli atteggiamenti che caratterizzano le due visioni – spesso opposte – del mondo. Una ricerca della Northumbria University di Newcastle svela come queste differenze si palesino anche nelle modalità con cui si affrontano i periodi di stress. Se da una parte, le donne si dirigono verso la cucina, aprono il frigorifero e alleviano le tensioni con il cibo, di contro, gli uomini scelgono il sesso e la pornografia come anti-stress d’eccellenza.

Reazioni diverse

Lo studio inglese, condotto su 347 persone (115 uomini e 250 donne) è stato presentato nel corso dell’annuale conferenza della British Psychological Society’s Division of Clinical Psychology a Liverpool dedicata quest’anno alle differenze tra i sessi. I risultati parlano chiaro: nei momenti di difficoltà e quando è sotto pressione, il cervello di uomini e donne reagisce in modo completamente differente.

La donna si sfoga a tavola…

Louise Liddon, che ha guidato lo studio della Northumbria University, sottolinea come i risultati rivelino essenzialmente la necessità di ognuno di cercare gratificazione nel cibo grasso e nei dolci. Questi particolari alimenti sono legati all’ormone dello stress, il cortisolo. Le donne ne sembrano particolarmente sensibili, con il 50% del campione femminile analizzato e solo il 33% di quello maschile che ammette di provare conforto nel mangiare. I motivi, però, sono ancora tutti da indagare.

… l’uomo a letto

I dati concernenti il sesso evidenziano come siano effettivamente gli uomini a considerarlo terapeutico contro lo stress. Il sesso e la pornografia aiutano, infatti, il 27% degli uomini ad allontanare i problemi e a svuotare la mente. Di contro, condivide lo stesso pensiero solo l’11% delle donne. Secondo John Barry, che ha condotto un secondo studio per l’University College di Londra, gli uomini si sfogano con il sesso essenzialmente perché rappresenta una forma di evasione. È probabile che il sesso li aiuti a distrarsi e ad allontanare i problemi della vita. L’atto sessuale (così come l’autoerotismo) restituisce sensazioni piacevoli dovute alla produzione di endorfine da parte dell’organismo e questo processo può agire come un sorta di farmaco anti-stress.

Altre diversità di genere

Dal sondaggio condotto online è emerso che gli uomini presentano carichi di stress derivati principalmente dal lavoro e cercano rimedi rapidi per tornare alle velocemente alla propria vita. L’equilibrio psicofisico delle donne risente, invece, soprattutto di questioni relazionali e di coppia. Per ritrovare la serenità, la donna predilige il dialogo, parlare dei propri sentimenti e degli avvenimenti che hanno scandito il proprio passato. Gli uomini sono, di solito, meno propensi a cercare un aiuto psicologico, faticano a esternare i propri sentimenti e non considerano il dialogo una soluzione ai problemi. Tra gli uomini, i casi di suicidio risultano, però, tre o quattro volte superiori delle donne.

 

 

da sapere!

Per mettere a punto terapie più efficaci, la psicologia dovrebbe tenere maggiormente in considerazione le differenze tra i due sessi.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccinazione in bimba di 5 anni: ci sono pericoli se la mamma è incinta?

04/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Durante la gravidanza non ci sono rischi se si sottopone il primogenito alla vaccinazione contro difterite-tetano-pertosse-poliomielite.  »

A 9 mesi legumi sì o no?

03/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Chiara Boscaro

I legumi possono essere introdotti nell'alimentazione del bambino a partire dal sesto mese di vita, a patto che siano decorticati.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Fai la tua domanda agli specialisti