Brutta stagione: anche l’umore peggiora

Laura de Laurentiis
A cura di Laura de Laurentiis
Pubblicato il 16/01/2019 Aggiornato il 21/01/2019

In inverno il rischio depressione è più alto, a causa della carenza di luce e delle condizioni climatiche più dure. La tristezza da brutta stagione può però essere superata. Ecco come

Brutta stagione: anche l’umore peggiora

Non è più solo un problema dei Paesi del Nord Europa. Ormai anche da noi in inverno tante persone accusano tristezza e cattivo umore, fino ad arrivare a una forma di depressione vera e propria. Se al nord Europa la percentuale è del 2-8 per cento, da noi non ci sono ancora statistische ma il cosiddetto Winter blues comincia a colpire sempre di più. Ma giocando d’anciticpo si può prevenire e superare.

Poca luce e l’umore crolla

La tristezza invernale in ambito scientifico è chiamata con la sigla Sad, dalle iniziali della definizione Seasonal affective disorder (disordine affettivo stagionale). Principale responsabile del problema è proprio la mancanza di luce durante il giorno. La luminosità diurna, infatti, favorisce la produzione di serotonina, neurotrasmettitore che gioca un ruolo chiave nel tono dell’umore, nella regolazione del sonno e del desiderio sessuale. Il mal d’inverno è la conseguenza della sua significativa diminuzione.

Il Winter blues

I sintomi del Winter blues sono piuttosto caratteristici e vanno dalla mancanza di energia ai disturbi del sonno, dalla svogliatezza alla malinconia che, nei casi peggiori, può arrivare ad assumere i contorni dell’angoscia. Si associano in genere anche calo della libido, irrequietezza, sensazione di “non farcela” e aumento dell’appetito, soprattutto pasta, pane e dolciumi.

 

Si combatte così

Per combattere il Winter blues è possibile effettuare trattamenti di esposizione alla luce con lampade speciali, che si possono anche acquistare per un uso a domicilio. Si può poi stare più tempo fuori, anche se fa freddo, e cercare di fare attività sportiva, in casa o in palestra. È bene poi cercare di continuare ad avere una buona vita sociale, perché le amicizie sono un toccasana per qualunque depressione, anche quella stagionale.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo
14/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.   »

Fattore Rh negativo: l’immunoprofilassi anti-D va fatta in gravidanza?
11/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' più che opportuno che le donne con fattore Rh negativo che aspettano un bambino eseguano l'immunoprofilassi specifica già durante la gravidanza. L'iniezione (intramuscolare) dovrebbe essere effettuata da personale sanitario.  »

Vertigini a 13 anni: cosa può essere?
10/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

Le vertigini potrebbero essere espressione di un problema che riguarda l'orecchio interno: solo la visita otoneurologica può escluderlo o confermarlo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti