Cane in casa, stress addio

Lorenzo Marsili A cura di Lorenzo Marsili Pubblicato il 18/01/2018 Aggiornato il 31/07/2018

Vivere con un cane in casa allontana i pensieri negativi e fa bene al cuore ma ha anche altri influssi positivi sulla salute

Cane in casa, stress addio

È quanto sostiene una ricerca svedese condotta dall’università di Uppsala e pubblicata sulla rivista medica Scientific Reports, dopo avere analizzato un campione i oltre 3,4 milioni di svedesi: il cane in casa fa bene al cuore e non solo.

Un impegno dai tanti risvolti positivi

Avere un cane in casa significa anzitutto prendersi un impegno importante e costante. Una responsabilità che, inevitabilmente, condiziona e scandisce la giornata. A fronte di ciò sono, però, moltissimi gli aspetti positivi di avere un cane in casa. A giovarne pare essere soprattutto la salute, specialmente se l’animale in questione è un cane, ma benefici sono stati riscontrati anche con i gatti.

Aiuta a mantenersi in forma

I risultati della ricerca svedese hanno posto in evidenza come Fido rappresenti una delle migliori opportunità per fare attività fisica e mantenersi in forma, allontanando il rischio di malattie cardiovascolari e riducendo anche lo stress.

Vantaggi anche per i più piccoli

Il forte legame che si instaura tra cane e padrone rappresenta qualcosa di unico e insostituibile. Questo è vero anche per i padroncini più piccoli. Condividere l’infanzia con un cane li aiuta, infatti, a prevenire l’ansia e a accresce la loro autostima. Alcune ricerche hanno svelato inoltre come dormire accanto al proprio amico a quattro zampe permetta di riposare meglio e godere di maggiore sicurezza e tranquillità.

Il parere dell’esperto

Anche il presidente nazionale della Società italiana di Medicina generale, Claudio Cricelli, ricorda che in caso di disturbi psicosomatici sono sovente gli stessi medici a suggerire di prendere un cane in casa. Come sperimentato dallo stesso Cricelli, la compagnia di un cane permette di superare più velocemente periodi di stress e tensione psicofisica. Passeggiare con il proprio amico a quattro zampe giova inoltre alla socialità, facilitando la conoscenza di persone nuove.

 

 

 
 
 

Da sapere!

Se Fido è già in casa e la famiglia sta per allargarsi è importante seguire alcune accortezze per “prepararlo” all’arrivo del bebè.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Risvegli notturni dopo mesi di sonno tranquillo

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Può capitare che a nove mesi inizino i risvegli notturni: possono esserne corresponsabili l'ansia da separazione e la dentizione.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti