Dipendenza da internet: ecco i sintomi dell’astinenza

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 27/07/2017 Aggiornato il 27/07/2017

Aumento dei battiti cardiaci e della pressione sanguigna: la dipendenza da internet induce reali cambiamenti fisiologici nelle vittime di questa addiction

Dipendenza da internet: ecco i sintomi dell’astinenza

Non solo aumento dell’ansia. Un gruppo di ricercatori italiano-britannico ha svelato che la dipendenza da internet induce reali cambiamenti fisiologici nei soggetti vittime di questa addiction: incremento dei valori della pressione sanguigna e della pulsazione cardiaca. Cambiamenti che, spiegano gli stessi studiosi delle università Statale di Milano e di Swansea (Galles, Regno Unito), non sono poi tanto differenti da quelli che vengono innescati dalla dipendenza da sostanze come alcol, cannabis ed eroina.

Cambiamenti fisiologici

Sebbene si parli già da diverso tempo di “dipendenza dal web” lo studio italo-britannico, pubblicato sulla rivista scientifica Plos One, è il primo a dimostrare l’insorgenza di reali cambiamenti a livello fisiologico che vengono innescati nei soggetti che usano il web in maniera problematica dall’ansia scatenata dalla privazione di internet. Come spiega Phil Reed della Swansea University, coordinatore dello studio, “sappiamo già che le persone con dipendenza da Internet avvertono ansia quando si disconnettono, ma ora abbiamo dimostrato che questi effetti psicologici sono accompagnati da effettivi cambiamenti fisiologici”.

Aumentano pressione e frequenza cardiaca

Nel corso dello studio i ricercatori hanno rilevato, tra i soggetti esaminati che avevano un legame eccessivamente stretto con internet, un aumento medio del 3-4% della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna, e in alcuni casi del doppio, immediatamente dopo la disconnessione dal web, rispetto alla fase della fruizione. Come precisa Roberto Truzoli dell’ateneo milanese, “se l’uso problematico di Internet risulti essere una dipendenza che implica effetti di astinenza fisiologici e psicologici, o se sia più da riferirsi a compulsioni, è un argomento da approfondire, ma questi risultati sembrano indicare che, per alcune persone, è molto probabile che ci si trovi di fronte alla dipendenza da Internet”.

 

 
 
 

In breve

UN CIRCOLO VIZIOSO

Lo stato di astinenza – come nel caso di alcol, cannabis ed eroina – potrebbe essere responsabile della necessità, per alcune persone, di connettersi nuovamente al web per sentirsi meglio, innescando il fenomeno della dipendenza da internet.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di sei mesi che si addormenta solo se cullata

18/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Intorno ai quattro mesi di vita, tutti i bambini dovrebbero imparare ad addormentarsi da solo: se questo non accade si può ricorrere a un metodo che nella maggior parte dei casi dà buoni risultati.   »

Bimba che sorride a tutti ma non alla mamma

18/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Per ottenere risate e gridolini allegri dal proprio bambino, può essere sufficiente relazionarsi con lui in modo sereno e gioioso.   »

Vaccino anti-Coronavirus: è davvero una fake-news che causi infertilità?

13/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Luca Cegolon, MD, MSc, DTM&H, PhD

Nel Web circolano bufale a volte così ben confenzionate da diventare credibili anche per persone competenti. Documentarsi sempre in modo meticoloso, prima di dare credito a ipotesi che mettono in discussione le scelte delle autorità sanitarie è quanto di meglio si possa fare per non cadere nelle tante...  »

Fai la tua domanda agli specialisti