Partorire dopo i 35 anni rinforza la memoria

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 28/12/2016 Aggiornato il 28/12/2016

Oltre a partorire dopo i 35 anni, anche l’avere assunto la pillola contraccettiva a lungo sembra avere effetti protettivi sulle capacità mnemoniche

Partorire dopo i 35 anni rinforza la memoria

Partorire dopo i 35 anni regala, una volta giunte alla menopausa, una memoria più solida rispetto a chi ha avuto figli in età più giovane. La curiosa correlazione è stata messa in evidenza da un gruppo di ricercatori della University of Southern California di Los Angeles (Usa) che, in uno studio pubblicato sul Journal of the American Geriatrics Society, hanno cercato di esaminare come gli ormoni sessuali femminili influenzino le abilità cognitive delle donne una volta giunte in età avanzata.

Quasi 1.000 donne sotto esame

Per arrivare a dire che partorire dopo i 35 anni rinforza la memoria, i ricercatori hanno arruolato 830 donne in menopausa: dopo aver fatto loro eseguire alcuni test di abilità cognitive e avere somministrato loro un questionario riguardante la vita riproduttiva (età della prima mestruazione, uso di contraccettivi orali, numero di gravidanze, età della menopausa), i ricercatori hanno riscontrato che le donne che avevano partorito l’ultimo figlio dopo i 35 anni mostravano una migliore memoria verbale rispetto a coloro che non avevano avuto la stessa esperienza. Non solo: dallo studio è anche emerso che le donne che avevano fatto uso di contraccettivi orali avevano facoltà cognitive più sviluppate, soprattutto se l’uso di questi farmaci si era protratto per diversi anni, mentre l’avere avuto la prima mestruazione a un’età pari o superiore ai 13 anni è risultato essere collegato a capacità cognitive inferiori.

Gli ormoni influenzano il cervello

La ricerca ha messo in evidenza, secondo gli autori, l’influenza degli ormoni sessuali sulle funzioni cerebrali delle donne. Come spiega Roksana Karim, che ha diretto lo studio, “i nostri risultati evidenziano che avere una gravidanza quando si è un po’ avanti con gli anni ha un sostanziale effetto positivo sulle facoltà cognitive in età avanzata, tra cui la memoria. Sarà, però, necessario effettuare ulteriori ricerche per comprendere il meccanismo che si trova alla base di questo fenomeno”.

 

 

 
 
 

lo sapevi che?

Gli ormoni sessuali femminili (estrogeni e progesterone) aumentano i loro livelli nel sangue durante la gravidanza.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Contrazioni precoci: può accadere anche nella seconda gravidanza?

27/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Bisogna mettere in conto che l'accorciamento della cervice, determinato dalla comparsa, molto prima del tempo, di contrazioni uterine, è un'eventualità che può ripresentarsi a ogni successiva gravidanza.   »

Integrazione di vitamina D: fino a che età è consigliata?

16/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La decisione di continuare a somministrare al bambino la vitamina D anche dopo l'anno di vita va presa con l'aiuto del pediatra curante, che ben conosce i propri piccoli pazienti grazie ai controlli periodici.   »

Fai la tua domanda agli specialisti