Soffri di shopping compulsivo? Scoprilo da questi 7 segnali

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 22/11/2019 Aggiornato il 29/11/2019

Non riesci a frenare l’istinto di acquistare l’ultimo capo alla moda in vetrina? Potresti soffrire di shopping compulsivo. Un disturbo che oscilla tra impulso, ossessione e dipendenza

Soffri di shopping compulsivo? Scoprilo da questi 7 segnali

Lo shopping compulsivo, cioè la dipendenza dagli acquisti, colpisce soprattutto le donne. Si prova gratificazione nel comprare, ma subito dopo l’acquisto rimane il senso di colpa. Si tratta di una vera e propria sindrome compulsiva, che è bene conoscere e arginare. Sono sette i segnali che possono identificarla e sei a rischio se ti ritrovi in almeno quattro. A identificare i segnali della dipendenza dagli acquisti, con una scala di misurazione, è uno studio dell’Università di Bergen in collaborazione con la Stanford University, l’Ucla e la Nottingham Trent University pubblicato su Frontiers in psychology.

I sette segnali della sindrome da shopping

    Pensare sempre allo shopping: durante la giornata, per esempio, ti ruota continuamente in testa l’idea di dovere comprare assolutamente quel paio di scarpe da abbinare ai jeans nuovi.

2      Metodo per migliorare l’umore: quando sei triste consideri subito l’idea “di comprare qualcosa” per sentirti meglio.

3       Fare acquisti diventa prioritario su tutto il resto al punto da avere un impatto negativo su lavoro o scuola: arrivi a uscire prima dall’ufficio per andare per negozi.

4      Bisogno sempre più impellente: l’impulso di comprare per sentirsi sempre di più soddisfatti diventa sempre più frequente.

5       Non riuscire a fermarsi: pensi spesso “che è arrivato il momento di smettere di spendere” ma non riesci a farlo di fronte all’ultimo capo alla moda.

6      Frustrazione: provi un senso di rabbia o delusione profonda se qualcuno ti impedisce di acquistare quello che vuoi.

7       Senso di colpa: ti senti in colpa dopo l’ennesima uscita di shopping, con la consapevolezza che comprare tanto abbia compromesso il tuo benessere in termini di spesa ma anche di stato d’animo.

Se ti ritrovi in almeno quattro di questi sette punti, sei a rischio dipendenza.

Legato a depressione e ansia

A cogliere i segnali di una dipendenza sono soprattutto le donne. “È predominante tra loro, inizia nella tarda adolescenza, emerge in genere nell’età adulta e sembra diminuire con il passare degli anni”, spiega Cecilie Schou Andreassen, autrice dello studio. “Abbiamo trovato che la dipendenza da shopping è legata a sintomi di ansia, depressione e bassa autostima, e lo shopping può funzionare come meccanismo per sfuggire, o far fronte, a sensazioni spiacevoli”, conclude Andreassen.

 

 
 
 

In breve

 

SHOPPING ADDICTION

Shopping addiction è l’altro termine usato per individuare questa malattia che è una vera e propria dipendenza come quella da fumo, alcol, droghe e gioco, ma non facile da riconoscere e da curare.

 

Fonti / Bibliografia

  • Frontiers | The Bergen Shopping Addiction Scale: reliability and validity of a brief screening test | PsychologyAlthough excessive and compulsive shopping has been increasingly placed within the behavioral addiction paradigm in recent years, items in existing screens arguably do not assess the core criteria and components of addiction. To date, assessment screens for shopping disorders have primarily been rooted within the impulse-control or obsessive-compulsive disorder paradigms. Furthermore, existing screens use the terms ‘shopping,’ ‘buying,’ and ‘spending’ interchangeably, and do not necessarily reflect contemporary shopping habits. Consequently, a new screening tool for assessing shopping addiction was developed. Initially, 28 items, four for each of seven addiction criteria (salience, mood modification, conflict, tolerance, withdrawal, relapse, and problems), were constructed. These items and validated scales (i.e., Compulsive Buying Measurement Scale, Mini-International Personality Item Pool, Hospital Anxiety and Depression Scale, Rosenberg Self-Esteem Scale) were then administered to 23...
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Fontanella anteriore chiusa in una bimba di 4 mesi: è preoccupante?

20/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se l'accrescimento della circonferenza cranica è regolare e se lo sviluppo neuropsicologico è adeguato all'età, la chiusura precoce della fontanella non deve destare alcuna preoccupazione.   »

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Quarto cesareo: ci saranno problemi?

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo è sempre un intervento difficile per i medici, perché è possibile che i precedenti abbiano lasciato aderenze tra i tessuti uterini e gli organi circostanti, ma questo non significa che non possa andare comunque tutto per il meglio.  »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti