Sonno: ecco perché le donne devono dormire più degli uomini

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 17/05/2016 Aggiornato il 17/05/2016

È il cervello multitasking femminile a rendere necessario un maggior numero di ore di sonno

Sonno: ecco perché le donne devono dormire più degli uomini

Una ricerca inglese ha rivelato che le donne hanno maggiori necessità di dormire rispetto agli uomini perché il loro cervello è più complesso e quindi, per lavorare a pieno ritmo, necessita di un sonno più lungo.

Un cervello multitasking

La scoperta si deve ai ricercatori del Loughborough University’s Sleep Research Center nel Leicestershire, in Inghilterra. Nel corso della ricerca, condotta su 210 uomini e donne, gli autori hanno osservato come la necessità di dormire dipenda da quanto sia stata complessa e intensa l’attività cerebrale durante il giorno. Tra i risultati dell’indagine, è anche emerso che le donne soffrono di maggiori ripercussioni per una notte insonne o di sonno non propriamente ristoratore. Ne consegue che, la capacità del cervello femminile di essere multitasking, ossia di eseguire diversi compiti nello stesso momento, aumenta il bisogno di sonno delle donne. In particolare, secondo gli esperti, le donne dovrebbe riposare, in media, circa venti minuti in più rispetto agli uomini.

Il sonno serve a recuperare

Jim Horne, professore di Psicofisiologia a capo dello studio, ha spiegato che una delle funzioni più importanti del sonno è proprio quella di consentire al cervello di riposarsi e di rigenerarsi. Durante il sonno, la corteccia cerebrale (l’area del cervello responsabile del ragionamento, della memoria e del linguaggio) si sgancia dai sensi ed entra in modalità di recupero. Quanto più si usa  il cervello durante il giorno, tanto più quest’organo ha bisogno di recuperare di notte per evitare un invecchiamento precoce e una perdita parziale delle funzioni ottimali. Di conseguenza, dormire di più diventa una necessità. Le donne tendono a fare molte cose in una volta sola e sono flessibili. E questo le porta a usare di più il cervello rispetto agli uomini. A causa di questo, il loro bisogno di dormire è più elevato.

Dormire poco è un rischio per la salute

Le donne che non dormono abbastanza corrono un maggior rischio di depressione, problemi psicologici e malattie cardiovascolari. Infatti quando le ore di sonno non sono sufficienti, l’organismo femminile accumula più fattori della coagulazione nel sangue, situazione che aumenta il rischio di ictus. Non solo, le donne che non dormono a sufficienza hanno livelli di infiammazione più elevati, anch’essi campanello d’allarme per la salute dell’organismo.

 

 

 
 
 

In breve

ANCHE PER UOMINI MOLTO IMPEGNATI

Un uomo che svolge un lavoro complesso, che comporta per esempio prendere molte decisioni, ha bisogno di dormire di più rispetto al maschio medio, anche se probabilmente non tanto quanto una donna.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Feto che cresce poco: può avere anomalie?

19/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è possibile stabilire se il feto abbia malformazioni o sia interessato da un'alterazione cromosomica semplicemente basandosi sul fatto che la sua crescita è al 3° percentile. Oggi si dispone di indagini di screening che possono dare informazioni sulla sua salute, ma se si decide di non effettuarle...  »

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti