Sotto stress … sbagli di sicuro

Luciana Pellegrino A cura di Luciana Pellegrino Pubblicato il 16/01/2018 Aggiornato il 31/07/2018

Più si è sotto stress e più si corre il rischio di fare scelte sbagliate. Lo sostiene da sempre la saggezza popolare, ora lo conferma anche la scienza

Sotto stress … sbagli di sicuro

La gatta per la fretta fece i figli ciechi. Recita un noto proverbio. Metafora confermata ora da un test scientifico: quando siamo sotto stress prediamo spesso (se non sempre) decisioni sbagliate.

Alternati alcuni circuiti cerebrali

È quanto emerge da uno studio di neuroscienziati statunitensi, pubblicato sulla rivista medica Cell: lo stress altera le capacità decisionali che potrebbero essere alterate da un determinato circuito a livello cerebrale. Più a rischio di prendere cantonate le persone già colpite da depressione, ansia e dipendenze varie, ovvero tutti quei disturbi che compromettono il potere decisionale.

Un meccanismo complesso

Secondo i ricercatori americani il circuito cerebrale coinvolto nel processo decisionale si trova nella zona responsabile del controllo dell’umore, per poi continuare nei gruppi di striosomi, ovvero i neuroni situati nello striato, la zona legata alle abitudini, alla ricompensa e alla motivazione. Questo circuito sarebbe in grado di scansionare le informazioni positive e negative sulle eventuali scelte, supportando il cervello a prendere le decisioni più corrette; ma questo processo sotto stress viene completamente alterato.

L’esperimento in laboratorio

L’esperimento è stato effettuato su topi istruiti a percorrere un labirinto diviso in due percorsi: nel primo era stata posizionata una luce più intensa  e fastidiosa per i roditori, ma con un alimento a loro molto gradito (latte al cioccolato), nel secondo la luce era soffusa, ma il latte meno gustoso. Gli esperti hanno poi aumentato la dose dell’alimento gradito anche nella zona meno luminosa.

Il forte stress altera il potere decisionale

In condizioni normali i topi hanno continuato a scegliere il secondo percorso fino a quando non sono stati sottoposti a uno stimolo stressante che li ha portati a scegliere l’area più illuminata, nonostante nell’altra fosse stata aumentata la dose di cioccolato nel latte. A test ultimato si è scoperto che i roditori, ormai sotto stress, hanno ignorato i “costi” per ottenere comunque la ricompensa maggiore.

Mancanza di equilibrio

La dottoressa Friedman, una delle autrici della ricerca, spiega che quando si è sotto stress si perde l’equilibrio tra inibizione ed eccitazione, che si trova alla base di un comportamento ragionevole”.

 

 

 
 
 

In breve

RICONOSCERE I SINTOMI DELLO STRESS

Le persone sotto stress sono irritabili, ansiose e con bassi livelli di autostima; possono comparire mal di testa, stanchezza, insonnia, tensioni muscolari, orticaria,inappetenza o fame eccessiva.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccinazione in bimba di 5 anni: ci sono pericoli se la mamma è incinta?

04/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Durante la gravidanza non ci sono rischi se si sottopone il primogenito alla vaccinazione contro difterite-tetano-pertosse-poliomielite.  »

A 9 mesi legumi sì o no?

03/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Chiara Boscaro

I legumi possono essere introdotti nell'alimentazione del bambino a partire dal sesto mese di vita, a patto che siano decorticati.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Fai la tua domanda agli specialisti