Apparecchio ai denti: è boom tra gli over 40

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 17/08/2017 Aggiornato il 17/08/2017

Per salute o correzioni estetiche oltre una persona su cinque over 40 porta l’apparecchio ai denti

Apparecchio ai denti: è boom tra gli over 40

Sono sempre più numerosi gli italiani entrati negli “anta” a rivolgersi al dentista per piccoli o grandi interventi di correzione mediante l’ apparecchio ai denti. A rivelarlo è Raoul D’Alessio, docente in Ortognatodonzia all’Università Cattolica di Roma ed esperto di estetica facciale.

Apparecchio: necessità o moda?

Più di un quinto delle persone che va dal dentista ha superato i quarant’anni e per oltre il 70% si tratta di donne. Insomma, portare l’ apparecchio ai denti non è mai stato così di moda e anche il timore di sfoggiare un sorriso metallico sembra essere del tutto superato. Anzi, anche quando l’apparecchio c’è ma non si vede, il segreto viene confessato con grande disinvoltura. Principalmente viene utilizzato per correggere malocclusioni, cioè la non corretta chiusura delle arcate dentali.

Denti in primo piano

Con il tempo i denti sono soggetti a modificazioni che, a lungo andare, posso inficiare il corretto movimento della mascella in fase di masticazione, provocando diversi problemi. Perché la salute passa anche dai denti e da una corretta masticazione. E anche chi da bambino ha portato l’ apparecchio ai denti non è esente dall’eventualità di dovervi ricorrere nuovamente. Con gli anni, infatti, possono rendersi necessari degli aggiustamenti, che la ricerca e le tecnologie moderne hanno oggi reso meno invasivi e dolorosi di un tempo.

Anche interventi più complessi

In linea generale, circa l’80% delle persone che vanno dal dentista si sottopone a piccole pratiche di correzione che prevedono l’uso dell’ apparecchio ai denti. Per il restante 20% i problemi sono più complessi e richiedono interventi tradizionali.

 

 

Lo sapevi che?

Gli italiani sono sempre più attenti alla cura della bocca. Tra i trattamenti più richiesti c’è, infatti, lo sbiancamento dei denti.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di tre anni con attacchi di rabbia: che fare?

04/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Pazienza, comprensione, disponibilità, affetto sono gli ingredienti che aiutano a contrastare le crisi di rabbia di un bimbo di tre anni. Ma comprendere la ragione di certe intemperanze è altrettanto importante.   »

HPV ad alto rischio oncogeno: come avviene il contagio?

03/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

La trasmissione del Papilloma virus responsabile del carcinoma della cervice avviene quasi esclusivamente per via sessuale.   »

Vaccinazione anti-rotavirus: la ricerca dice sì, senza alcun dubbio sì

27/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Gli ultimi studi compiuti in modo serio e rigoroso sulla vaccinazione antirotavirus hanno evidenziato che si tratta di uno strumento più che sicuro (e prezioso) per la salvaguardia della salute dei piccolini.  »

Fai la tua domanda agli specialisti