Caffè: elisir di lunga vita

Silvia Camarda A cura di Silvia Camarda Pubblicato il 10/09/2018 Aggiornato il 10/09/2018

Bere il caffè sembra avete effetti positivi sulla longevità, anche quando si esagera con le tazzine. Ma non si sa perché

Caffè: elisir di lunga vita

Oltre che essere un gran piacere per molti italiani, bere il caffè sembra avere un bel vantaggio sulla salute: la riduzione della mortalità del 12% anche nei soggetti più sensibili alla caffeina. Secondo un gruppo di ricercatori dello U.S. National Cancer Institute, i benefici non vengono meno anche quando se ne consuma tanto.

Lo studio durato 10 anni

Pubblicato sulla rivista Lancet Internal Medicine, lo studio è stato condotto su un campione di 500mila britannici che hanno dovuto rispondere a questionari relativi al consumo di caffè e sono stati sottoposti a un test genetico. Il campione è stato seguito per 10 anni, durante i quali sono morti circa 15mila partecipanti.  Un terzo dei partecipanti beveva da due a tre tazze al giorno, mentre 10mila superavano le otto.

Cala la mortalità

L’esperimento ha dimostrato che il minor rischio di morte prematura riguarda tutti i consumatori di caffè, indipendentemente dalla quantità assunta e in chi ha la variante del Dna che rende più lento il metabolismo della caffeina. Poiché però questa bevanda contiene oltre mille composti, compresi gli antiossidanti che proteggono le cellule, al momento gli autori non sono in grado di spiegare come il caffè possa influire sulla longevità. Di sicuro la caffeina non c’entra, visto che ricerche precedenti avevano riscontrato gli stessi effetti anche anche in chi lo beve decaffeinato.

Meglio l’espresso della moka

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, una tazzina di espresso contiene meno caffeina (50 mg in media) di una moka (120 mg), perché nella sua preparazione l’acqua è a una temperatura più bassa e viene a contatto con la polvere  per meno tempo. Il caffè lungo, invece, ha più caffeina di quello ristretto (una tazza di caffè americano ne contiene 100-150 mg), perché la maggiore quantità di acqua impiegata estrae più sostanze, quindi anche caffeina. Di conseguenza l’unico modo per allungare il caffè senza aumentare la caffeina è aggiungere acqua calda alla tazzina di espresso.

 
 
 

Lo sapevi che?

Il caffè aiuta anche la digestione, in quanto esercita un’azione stimolante sulla secrezione gastrica.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbi sul risultato dell’isterosalpingografia

28/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Quello che conta più di tutto è che l'isterosalpingografia appuri la pervietà delle tube.   »

La mia gravidanza si è interrotta subito: quando riprovarci?

16/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

Si può cercare un bimbo immediatamente dopo un aborto spontaneo, avvenuto nelle primissime settimane di gravidanza.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti