Caffè, un alleato contro il melanoma

Pamela Franzisi A cura di Pamela Franzisi Pubblicato il 26/08/2021 Aggiornato il 26/08/2021

Caffè e melanoma: uno studio italiano dell'Istituto Superiore di Sanità illustra il meccanismo alla base dell'effetto protettivo della caffeina

Caffè, un alleato contro il melanoma

Buone notizie per gli amanti del caffè, anche contro il melanoma. Sappiamo già che il caffè può offrire numerosi benefici per il nostro benessere, ma oggi sembra avere un effetto protettivo anche contro la crescita delle cellule del melanoma. È quanto emerge da uno studio  dell’Istituto superiore di sanità e pubblicato sulla rivista scientifica Molecules.

Lo studio tutto italiano

I ricercatori dell’Iss, in collaborazione con i colleghi dell’Istituto dermopatico dell’Immacolata di Roma  e il Neuromed di Pozzilli e le Università di Ferrara e di Roma “Tor Vergata”, hanno rivelato che proprio una delle sostanze contenute nel caffè, ovvero la caffeina, può aiutare a ridurre il rischio di crescita delle cellule di melanoma, un tumore della pelle che può essere molto aggressivo.

Gli autori dello studio hanno, inoltre, scoperto che questa sostanza  può  ridurre lo sviluppo di cellule responsabili delle recidive di questa malattia.

Il ruolo benefico di una proteina

I ricercatori hanno approfondito i meccanismi alla base dell’effetto protettivo della caffeina e lo hanno fatto mediante dei test in vitro, tramite i quali hanno scoperto che una particolare proteina assume un ruolo decisivo.

Il dottor Francesco Facchiano, coordinatore dello studio effettuato presso il Dipartimento di oncologia e medicina molecolare dell’Iss, spiega:  «Abbiamo identificato una proteina che gioca un ruolo fondamentale in questa azione benefica della caffeina, cioè l’enzima tirosinasi che, come è noto, ha una funzione chiave nella sintesi della melanina e che svolgerebbe sia un’azione protettiva contro gli effetti del danno generato dai raggi Uv, sia un’importante funzione di immunomodulazione. Infatti la melanina prodotta da cellule di melanoma umano esposte alla caffeina è risultata significativamente maggiore».

 

Da sapere

NON ESAGERARE

Attenzione al consumo eccessivo di caffè: se è vero che la bevanda può avere degli effetti benefici sulla salute e migliorare l’attività psicomotoria, l’umore e la resistenza alla fatica, è altrettanto vero che un abuso può causare tachicardia, ipertensione e aritmie, insonnia e problemi psicologici come eccessiva eccitabilità.

Fonti / Bibliografia

  • Molecules | Free Full-Text | Targeting Melanoma-Initiating Cells by Caffeine: In Silico and In Vitro Approaches | HTMLThe beneficial effects of coffee on human diseases are well documented, but the molecular mechanisms of its bioactive compounds on cancer are not completely elucidated. This is likely due to the large heterogeneity of coffee preparations and different coffee-based beverages, but also to the choice of experimental models where proliferation, differentiation and immune responses are differently affected. The aim of the present study was to investigate the effects of one of the most interesting bioactive compounds in coffee, i.e., caffeine, using a cellular model of melanoma at a defined differentiation level. A preliminary in silico analysis carried out on public gene-expression databases identified genes potentially involved in caffeine’s effects and suggested some specific molecular targets, including tyrosinase. Proliferation was investigated in vitro on human melanoma initiating cells (MICs) and cytokine expression was measured in conditioned media. Tyrosinase was revealed as a key p...
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Fontanella anteriore chiusa in una bimba di 4 mesi: è preoccupante?

20/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se l'accrescimento della circonferenza cranica è regolare e se lo sviluppo neuropsicologico è adeguato all'età, la chiusura precoce della fontanella non deve destare alcuna preoccupazione.   »

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Quarto cesareo: ci saranno problemi?

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo è sempre un intervento difficile per i medici, perché è possibile che i precedenti abbiano lasciato aderenze tra i tessuti uterini e gli organi circostanti, ma questo non significa che non possa andare comunque tutto per il meglio.  »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti