Camminare… allunga la vita

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 27/12/2017 Aggiornato il 27/12/2017

Camminare per quasi due ore alla settimana può allungare l’aspettativa di vita. E quindi… gambe in spalla

Camminare… allunga la vita

Camminare… elisir di lunga vita? È quanto sostiene uno studio condotto da Alpa Patel, del Cancer Prevention Study-3 for the American Cancer Society (ACS), condotto su circa 140.000 partecipanti.

Bastano due ore alla settimana

150 minuti alla settimana di moderata attività fisica sarebbero l’ideale per mantenersi in salute. Questo tempo può essere dimezzato se l’attività fisica è più intensa. Tuttavia, secondo la ricerca della dottoressa Patel – pubblicata sull’American Journal of Preventive Medicine – sarebbero sufficienti anche meno di due ore. In particolare, camminare contribuisce a ridurre il rischio di morte e conferma quanto il movimento sia fondamentale per conservare un buono stato di salute.

Il principale elisir di lunga vita

Camminare ha molteplici vantaggi rispetto ad altre attività fisiche. Innanzitutto, è alla portata di tutti ed è  economica. Camminare riduce inoltre il rischio di malattie respiratorie. Lo hanno confermato anche gli specialisti della Società italiana per le malattie respiratorie infantili (Simri) durante l’ultimo Congresso nazionale, sottolineando come ogni anno il 30% dei bambini italiani sia colpito già in età prescolare da episodi di polmonite, bronchite, faringite e tracheite proprio a causa di una scarsa attività all’aria aperta.

 

 

 
 
 

Lo sapevi che?

Camminare con una certa intensità è un’attività aerobica, in quanto comporta un aumentato apporto di ossigeno a tutto l’organismo.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Fontanella anteriore chiusa in una bimba di 4 mesi: è preoccupante?

20/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se l'accrescimento della circonferenza cranica è regolare e se lo sviluppo neuropsicologico è adeguato all'età, la chiusura precoce della fontanella non deve destare alcuna preoccupazione.   »

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Quarto cesareo: ci saranno problemi?

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo è sempre un intervento difficile per i medici, perché è possibile che i precedenti abbiano lasciato aderenze tra i tessuti uterini e gli organi circostanti, ma questo non significa che non possa andare comunque tutto per il meglio.  »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti