Cistite: cinque consigli per evitarla in estate

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 05/06/2019 Aggiornato il 07/06/2019

Le infezioni alle vie urinarie sono piuttosto diffuse tra le donne e la cistite in particolare colpisce soprattutto in estate. Ecco come prevenirla

Cistite: cinque consigli per evitarla in estate

La cistite colpisce il 25-30% delle donne nel corso di un anno,  rappresentando una delle infezioni più comuni. In Italia si contano oltre 9.000.000 di episodi di cistite l’anno con un vero e propio picco durante l’estate. In genere, provoca sintomi lievi, come bisogno frequente di urinare, bruciore, dolore al basso ventre. Ma a volte può complicarsi con febbre e brividi. Semplice da curare, è però facile che diventi recidiva: è importante quindi identificare questo disturbo e cercare di risolverlo.

Le cause dell’infezione

Tra i fattori che facilitano il presentarsi della cistite in estate ci sono: non bere abbastanza acqua per compensare le perdite dovute alla sudorazione, tenere indumenti umidi a contatto con la pelle per molte ore al mare, frequentare piscine, un’alterata flora intestinale a causa dei viaggi e l’utilizzo di bagni pubblici non sempre adeguati.

Le regole di prevenzione

Basta seguire correttamente alcune semplici regole per prevenire il rischio di ammalarsi e incorrere in complicanze e cistiti croniche. I consigli sono: bere almeno 2 litri d’acqua al giorno, curare l’igiene personale utilizzando creme o gel a base di acido ialuronico, abbondare con l’assunzione di probiotici per garantire una buona funzione intestinale, lavarsi bene e asciugarsi dopo bagni in mare e in piscina e mangiare cibi freschi ricchi in vegetali, evitando carni e insaccati.

Un sito dedicato

Sul sito curarelacistite.it si possono trovare altre utili informazioni su questa malattia e una mappa interattiva con i centri specializzati cui potersi rivolgere per avere una diagnosi corretta e indicazioni sui trattamenti da seguire. La mappa è divisa per regione e quindi per provincia; in questo modo è semplice trovare il Centro Cistite più vicino con le indicazioni di indirizzo, numero di telefono e medico responsabile. Alcuni centri, contrassegnati con apposito simbolo, si riferiscono ai centri di riferimento per la cistite interstiziale, chiamata anche sindrome del dolore pelvico. Per questa patologia, la cui diagnosi ha un iter lungo e travagliato, conoscere i centri di riferimento è fondamentale per ricevere diagnosi e terapie idonee.

 

 

In breve

NON SOTTOVALUTARE IL PROBLEMA

 Nel caso in cui il problema non consistesse in un singolo episodio, ma divenisse ricorrente, è opportuno consultare lo specialista per evitare la cronicizzazione della malattia.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Ho un neo che mi fa paura: aiuto!
17/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

A fronte di un neo diverso dagli altri, specialmente se comparso di recente e con tendenza a modificarsi per forma, colore e dimensione è irrinunciabile sottoporsi tempestivamente a un controllo dermatologico.   »

Bimbo di 16 mesi molto vivace: che fare?
16/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' normale che a 16 mesi il bambino voglia misurarsi con le sue nuove capacità psicomotorie: quello che gli si deve impedire è di farsi male, ma in generale è meglio non eccedere con i no.  »

Quanto peserà il mio bambino?
21/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

L'ecografia fornisce una stima del peso del bambino, che va considerata con prudenza in quanto il margine di errore in più o in meno è circa del 10 per cento. Indicare quanto peserà esattamente il bambino alla nascita non è dunque possibile.   »

Fai la tua domanda agli specialisti