Colesterolo alto: giù con il vaccino?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 10/08/2017 Aggiornato il 10/08/2017

È in corso la prima sperimentazione di un vaccino contro il colesterolo alto. Protegge anche dalle malattie cardiache collegate

Colesterolo alto: giù con il vaccino?

I ricercatori di una società austriaca hanno appena pubblicato sulla rivista scientifica European Heart Journal i risultati della sperimentazione di prima fase, cioè su animali da laboratorio, di un vaccino contro il colesterolo alto e sono pronti a partire con i primi test clinici, ossia sull’uomo. Il vaccino promette di frenare l’aterosclerosi riducendo l’accumulo di grasso che può ostruire le arterie, causando malattie cardiovascolari e attacchi potenzialmente fatali.

L’esperimento in laboratorio

Nella fase di prima sperimentazione, i ricercatori austriaci hanno sottoposto le cavie di laboratorio a una dieta ricca di grassi, in seguito hanno somministrato loro il vaccino contro il colesterolo alto: denominato AT04A, induce l’organismo a produrre anticorpi contro l’enzima PCSK9 prodotto dal fegato che riduce la capacità di ripulire il sangue dal colesterolo cattivo, (Ldl), in eccesso. Incoraggianti I risultati: il vaccino ha prodotto un calo superiore al 50% del colesterolo totale, ha ridotto di oltre il 60% l’ispessimento dei vasi sanguigni e del 21-28% i marcatori biologici spia di infiammazione vascolare.

Un vaccino particolare

È il modo in cui l’AT04A viene somministrato che lo accomuna a un vaccino. Il meccanismo d’azione, però, è diverso: mentre il vaccino induce l’organismo a produrre anticorpi specifici contro batteri o proteine virali esterni, l’AT04A sviluppa anticorpi contro le proteine prodotte dall’organismo stesso.  Gli anticorpi anti-PCSK9 sono rimasti funzionali durante tutto il periodo di studio e le concentrazioni sono rimaste elevate anche a ricerca conclusa.

Non cattivo del tutto

Il colesterolo è una una molecola lipidica sterolica; essendo un grasso, non è solubile nel sangue e per essere trasportato alle cellule deve essere aggregato in composti dette lipoproteine plasmatiche (Hdl e Ldl). È  fondamentale per la manutenzione della membrana cellulare, per lo sviluppo embrionale, precursore della vitamina D, e degli ormoni steroidei e sessuali. La cattiva fama del colesterolo Ldl deriva dal fatto che, se le quantità circolanti sono eccessive, tende ad accumularsi sulle pareti delle arterie, fino a ostacolare o addirittura impedire la normale circolazione sanguigna.

 

 

Da sapere!

Per mantenere i risultati nel tempo potrebbe essere necessario un richiamo all’anno del vaccino.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Ovulazione: può verificarsi anche se si prende la pillola?

31/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono casi in cui, nonostante l'assunzione del contraccettivo orale, la donna continua a essere fertile: accade, per esempio, se è in sovrappeso.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti