Denti più puliti, cuore più sano

Lorenzo Marsili A cura di Lorenzo Marsili Pubblicato il 02/04/2020 Aggiornato il 02/04/2020

Lavarsi regolarmente i denti aiuta a proteggere il cuore, riducendo il rischio di andare incontro a infarto e fibrillazione atriale

Denti più puliti, cuore più sano

L’igiene orale è importante per la salute della bocca e per quella di tutto il nostro organismo. Ma c’è di più, uno studio della Korea University di Seoul pubblicato sull’European Journal of Preventive Cardiology dimostra come lavarsi regolarmente i denti aiuti il cuore ad allontanare il rischio di infarto e fibrillazione atriale.

Tre lavaggi al giorno

Secondo i ricercatori coreani, che hanno preso in esame oltre 160mila soggetti, il numero perfetto sembra essere il tre. Tre sono, infatti, le volte che ci si deve lavare i denti ogni giorno per veder diminuire l’eventualità di andare incontro a un infarto. Entrando nel dettaglio, il rischio di infarto per chi si lava i denti almeno tre volte al dì è ridotto del 12%. Scende anche il pericolo di fibrillazione atriale, aritmia cardiaca tra le più comuni che può anche risultare fatale.

Igiene orale ok, il cuore ringrazia

Condotto analizzando i dati del National Health Insurance System-Health Screening Cohort, lo studio ha tenuto in considerazione solo i pazienti di cui non era stata tralasciata alcuna informazione. Sono stati inoltre esclusi i casi con patologie cardiache pregresse e qualsivoglia fattore confondente, che si trattasse di stato sociale, fumo o ipertensione. Partendo da questa selezione, i ricercatori si sono accorti dello stretto rapporto che lega la pulizia orale alle patologie del cuore, concludendo che chi si lava di più i denti rischia meno. A corroborare la tesi di un legame tra la pulizia dei denti e la salute del cuore, anche l’aumento dei rischi per chi ha perso 22 denti o più.

I risultati dopo 10 anni di analisi

Dopo oltre dieci anni di analisi, il 4,9% del campione preso in esame aveva avuto un infarto, mentre il 3% soffriva di fibrillazione atriale. I ricercatori sottolineano inoltre come una corretta igiene orale quotidiana praticata con frequenza restituisca benefici molto simili a quelli di una seduta di ablazione del tartaro in uno studio dentistico. Scendendo nel dettaglio, è stato rilevato come solo il 24,1% del campione avesse fatto una visita odontoiatrica. Di contro, ben il 40,8% lavava i denti tre volte al giorno, il 44,6% due volte, e solo il 14,6% solo una volta.

Quale legame con la parodontite

Ma da che cosa deriva questo legame tra l’igiene orale e la salute del cuore? I ricercatori identificano nelle paradontiti il principale discrimine per l’insorgere delle patologie cadiovascolari. I problemi al cuore sono, infatti, causati dal proliferare di alcuni batteri che si sviluppano in bocca per andare poi a creare complicazioni a livello cardiaco e circolatorio

Occorre però ricordare – come sottolineato da Claudio Tondo, coordinatore dell’area Artimologica del Centro Cardiologico Irccs Monzino di Milano – che, mancando un reale studio diretto sul campione, dai risultati potrebbero essere stati esclusi significativi fattori di rischio. La ricerca – conclude Tondo – è certamente valida, ma è bene chiarire che non basta lavarsi i denti tre volte al giorno per scongiurare il rischio di infarto.

 

 

Da sapere!

La pulizia odontoiatrica, seppur efficace, a conti fatti incide meno di spazzolino e filo interdentale nella lotta agli infarti.

 

Fonti / Bibliografia

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di sette mesi che fa … jumping

03/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Non è una buona idea far saltare il bambino tenendolo sotto le ascelle: molto meglio lasciarlo libero a terra, in attesa che impari a gattonare.  »

Educazione di una piccina: quali istruzioni vanno seguite?

27/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I bambini non sono robot: non ci si può aspettare che basti impartire una semplice dritta per ottenere i comportamenti desiderati.   »

Fertilità della donna dopo i 40 anni: cosa la influenza?

19/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

L'età anagrafica condiziona fortemente la possibilità di concepire. Ma non solo: altri fattori entrano in gioco e tra questi c'è il peso corporeo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti