Dormire poco fa male anche all’intestino

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 29/12/2016 Aggiornato il 29/12/2016

Dormire poco e male danneggia la salute. A farne le spese sarebbe anche la flora batterica intestinale, il cui benessere è fondamentale per il buon funzionamento del sistema immunitario. Ecco perché

Dormire poco fa male anche all’intestino

La scienza e la medicina hanno più e più volte dimostrato quanto dormire poco possa danneggiare la salute e predisporre a sovrappeso. Un recente studio svedese dimostra, inoltre, che dormire poco ha effetti deleteri anche sul benessere dell’intestino.

Il ruolo della flora intestinale

Nell’intestino risiede “la centrale” della nostra salute. Ebbene, una riduzione delle ore di sonno causerebbe un’alterazione proprio della flora batterica intestinale. Si parla, infatti, di alterazione del microbiota intestinale, ovvero di quel perfetto ecosistema costituito di batteri buoni che colonizzano il nostro intestino.

Gli effetti dello squilibrio

A studiare gli effetti negativi della mancanza di sonno sulla salute dell’intestino, è ora uno studio dei ricercatori dell’Università di Uppsala e del German Institute of Human Nutrition Potsdam-Rehbruecke. Lo studio ha analizzato gli effetti del sonno insufficiente su nove soggetti normopeso, facendoli dormire solo 4 ore per due notti consecutivi. I risultati, seppur esigui come campione per poter parlare di nesso causale, mostrano una flora batterica alterata a livello intestinale.

Più rischi di diabete

A pagare le spese dell’insonnia sarebbero soprattutto i batteri deputati al metabolismo dei grassi. Inoltre, lo studio ha evidenziato una correlazione tra sonno insufficiente e insulino-resistenza. Questo spiegherebbe il nesso tra mancanza di sonno e aumentata insorgenza del diabete di tipo 2.

 

 

 
 
 

In breve

IMPORTANTE ANCHE PER LA LINEA

Il sonno è fondamentale sia per mantenersi in salute sia per preservare la linea. La carenza di sonno o un riposo di poca qualità provocherebbero, infatti, effetti negativi sia di tipo cognitivo sia a livello metabolico.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti