Farmaci online per un italiano su 4

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 13/12/2016 Aggiornato il 13/12/2016

Il numero degli internauti che acquista farmaci online è in aumento soprattutto in Italia. Ma è davvero la scelta più giusta?

Farmaci online per un italiano su 4

Un italiano su quattro acquista i farmaci online. A confermarlo è l’indagine condotta in 4 Stati europei, ovvero Italia, Spagna, Portogallo e Gran Bretagna, presentata da Claudio Barbaranelli alla Conferenza internazionale di Fakeshare II, coordinato dall’Aifa (Agenzia italiana del farmaco) e co-finanziato dal programma europeo “Prevenzione e lotta contro la criminalità”.

Un’indagine su 1.000 internauti per Paese

L’indagine è stata svolta su 1.000 internauti per ogni Paese preso in esame tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016, con lo scopo di indagare sui comportamenti psico-sociali che spingono ad acquistare i farmaci online. Le percentuali variano dal 6% degli spagnoli al 26% degli italiani. Il direttore dell’Ufficio di qualità dei prodotti e contraffazione dell’Aifa, Domenico Di Giorgio, spiega che questa percentuale “corrisponde a circa il 6-7% degli italiani che acquista farmaci online, un numero in aumento, dato che solo qualche anno fa era dell’1%”.

Per perdere peso e smettere di fumare

In tutti e quattro i Paesi presi in esame, i farmaci online più acquistati su internet sono soprattutto medicinali contro l’influenza, per perdere peso o per smettere di fumare. Il sondaggio ha rivelato anche che gli elementi che spingono i cittadini ad acquistare farmaci su e-commerce sono l’aver già comprato su internet in passato,  la sicurezza e l’atteggiamento positivo verso l’acquisto online.

Sensibilizzare gli internauti

Gli autori del sondaggio sottolineano che l’abitudine di comprare farmaci online è dettata soprattutto da comportamenti razionali che possono essere anche modificati da convinzioni sbagliate. Sarebbe utile dunque la diffusione di campagne di sensibilizzazione sui media per segnalare il rischio di queste scelte.

 

 

 
 
 

lo sapevi che?

L’Italia vanta la percentuale maggiore sia per gli acquisti online tramite i social, soprattutto Facebook, sia per l’acquisto di farmaci contro la disfunzione erettile.

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ovaio policistico a 20 anni: in quanto tempo gli integratori fanno effetto?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Nessun preparato compie miracoli: per contrastare la sindrome dell'ovaio policistico che viene messa in relazione con il sovrappeso è necessario prima di tutto modificare il proprio stile di vita, a partire dall'alimentazione.  »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti