Fegato grasso: ne soffre un italiano su 4

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 03/07/2017 Aggiornato il 03/07/2017

È un patologia insidiosa: sebbene i pazienti con fegato grasso spesso non manifestino sintomi, questo disturbo può evolvere in malattie gravi come epatite o cirrosi

Fegato grasso: ne soffre un italiano su 4

Un’alimentazione sregolata e ricca di grassi e calorie in eccesso è tra le cause dello sviluppo del fegato grasso (condizione nota anche con il nome di steatosi epatica), patologia caratterizzata dall’accumulo di lipidi nelle cellule del fegato: a soffrirne, secondo la Società italiana di gastroenterologia ed endoscopia digestiva (Sige), è il 25% degli italiani, vale a dire una persona su quattro, compresi i bambini.

Spesso è asintomatico

Gli esperti della Sige spiegano che il fegato grasso è la più comune malattia di fegato, presente nell’80-90% degli obesi e nel 30-50% dei diabetici. I pazienti con fegato grasso spesso non manifestano sintomi, che dipendono dal grado di infiltrazione del grasso, dal tempo di accumulo e dalla causa. Se presenti, i sintomi il più delle volte sono dolore e tensione al quadrante addominale superiore destro. Se non viene eliminata la causa scatenante questa condizione può evolvere in epatite o cirrosi.

Troppo fast food tra le cause

Diverse sono le cause che possono comportare l’insorgenza del fegato grasso: tra queste gioca un ruolo di primo piano un’alimentazione ricca di grassi e di calorie tipica dei fast food, molto – troppo – distante dalla salutare e raccomandata dieta mediterranea.

Principale causa di cirrosi

Ricerche americane hanno messo in evidenza che entro il 2030 il fegato grasso sarà a livello mondiale la principale causa di cirrosi e la prima causa di ricorso al trapianto di fegato, superando la cirrosi alcolica e le malattie del fegato croniche dovute ai virus dell’epatite B e C che, grazie alle nuove terapie e al vaccino, sembrano invece essere destinate a ridursi nel tempo.

 

 

 
 
 

In breve

DIETA MEDITERRANEA SALUTARE PER IL FEGATO

Contro il fegato grasso il rimedio è a portata di mano: seguire il modello della dieta mediterranea.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che un bimbo subito dopo essere stato vaccinato contro la rosolia possa trasmetterla. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Fai la tua domanda agli specialisti