Il coronavirus fa anche ingrassare

Silvia Finazzi A cura di Silvia Finazzi Pubblicato il 12/04/2021 Aggiornato il 12/04/2021

Smart working, palestre chiuse, zone rosse, difficoltà psicologiche sono tutti fattori che favoriscono l’obesità. E dunque tra le conseguenza del coronavirus c'è anche quello di ingrassare

Il coronavirus fa anche ingrassare

Fra le tante conseguenze negative del Covid-19 c’è anche un aumento del rischio di obesità. Infatti, a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia da un lato e delle fragili condizioni psicologiche legate al particolare momento che stiamo vivendo dall’altro, molte più persone corrono il rischio di ingrassare. Fra l’altro, le cure sono spesso più difficili proprio per la delicata situazione sanitaria.

Quando si parla di obesità

Per obesità si intende una condizione clinica caratterizzata da un eccesso di tessuto adiposo (grasso). Alla base c’è un’interazione fra fattori diversi, non tutti conosciuti. Sicuramente, giocano un ruolo importante le alterazioni del metabolismo, la genetica, l’iperalimentazione e la sedentarietà.

Gli ultimi dati

Secondo l’Italian Obesity Barometer Report, in Italia il 46,1% degli adulti e il 25% di bambini  presentano un eccesso di peso. E la pandemia sembra aver peggiorato le cose.
Stando ad alcuni dati diffusi da Coldiretti a ottobre scorso, per esempio, il 44% degli italiani è aumentato di peso negli ultimi mesi a causa di fattori legati al Covid-19, come lo smart working, il lockdown, la chiusura delle palestre, le zone rosse e la maggiore tendenza a dedicarsi alla cucina. Un’indagine della Fondazione ADI (Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica)  su circa 1.300 obesi in cura nei centri specializzati rivela, invece, che durante il lockdown uno su due ha preso in media quattro chili.

L’obesità aumenta i rischi in caso di Covid-19

Fra l’altro, l’Istituto Superiore di Sanità (Iss) rivela che l’obesità aumenta il rischio di complicanze nel caso di infezione da Sars-Cov-2. Senza dimenticare che in questo periodo i programmi di perdita di peso, gli interventi come la chirurgia e la riabilitazione metabolico-nutrizionale non sempre sono facilmente accessibili negli ospedali. Si sta innescando, dunque, un pericoloso circolo vizioso: il Covid-19 favorisce l’accumulo di peso e rende più difficili le cure contro l’obesità e l’obesità è fra i fattori che peggiorano gli esiti di infezione da coronavirus.

 
 
 

Da sapere!

Il trattamento dell’obesità richiede un approccio multidisciplinare. In genere, il primo step è rappresentato dalla terapia nutrizionale e da un programma di attività fisica mirata. In molti casi è necessaria anche la chirurgia.

Fonti / Bibliografia

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino anti-CoVid-19: non è vero che ostacola la fertilità. Anzi.

21/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Non ci sono dati che autorizzino a sostenere che la vaccinazione contro l'infezione da Sars-CoV-2 interferisca sulla fertilità.   »

Fontanella anteriore chiusa in una bimba di 4 mesi: è preoccupante?

20/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se l'accrescimento della circonferenza cranica è regolare e se lo sviluppo neuropsicologico è adeguato all'età, la chiusura precoce della fontanella non deve destare alcuna preoccupazione.   »

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti