Insonnia e sovrappeso: l’una tira l’altro

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 09/01/2017 Aggiornato il 14/01/2020

Confermato il pericoloso legame tra insonnia e sovrappeso. Chi dorme poco, infatti, assume mediamente 385 calorie in più al giorno, che si trasformano in chili in eccesso

Insonnia e sovrappeso: l’una tira l’altro

Insonnia e sovrappeso sono due fenomeni, purtroppo, strettamente legati. Infatti, chi dorme poco tende a ingrassare e ad avere più fame durante il giorno. Si tratta di fame da stress e da stanchezza. Insonnia e sovrappeso sono legati da un numero preciso: 385. Sono queste, infatti, le calorie “ereditate” da chi soffre di insonnia.

Troppi grassi a tavola

A confermare un’altra volta il circolo vizioso che lega insonnia e sovrappeso è uno studio condotto dal King’s College London e pubblicato sulla rivista “European Journal of Clinical Nutrition”. Chi dorme poco, ha più fame durante il giorno. Ma si tratta di una fame “malsana” associata alla voglia di cibi molto grassi. Inoltre, contrariamente a quanto si possa pensare, gli insonni non consumano calorie quando stanno svegli di notte.

Grelina e leptina

A legare la fame alla carenza di sonno sono i livelli ormonali. A essere sbilanciati, negli insonni, sono i livelli relativi a due ormoni chiave riguardo alla sensazione di fame e sazietà: la grelina (ormone della fame) e la leptina (ormone che ci permette di provare un senso di sazietà). Risultato: chi dorme meno di 5 ore e mezza ogni notte, di giorno tende ad assumere ben 385 calorie in più rispetto a chi riposa bene (più di 7 ore). Non solo: chi dorme poco ha anche un metabolismo più lento. Il metabolismo, infatti, è fortemente influenzato dai ritmi sonno-veglia, dalla presenza o dalla mancanza di luce. Ecco perché i “gufi” tendono a ingrassare di più delle “allodole”. 

 

 
 
 

lo sapevi che?

Sono 7 le ore minime di sonno necessarie all’organismo per evitare problemi e mantenersi in salute.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti