Interventi agli occhi: il laser si può fare anche due volte

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 12/03/2021 Aggiornato il 12/03/2021

Gli interventi agli occhi con l’impiego del laser per correggere la miopia si possono replicare due volte se occorre. Quello che c’è da sapere

Interventi agli occhi: il laser si può fare anche due volte

Si può fare il laser due volte agli occhi? È quello che si chiedono i tanti che negli ultimi vent’anni si sono sottoposti a un intervento con il laser per correggere la miopia o di cataratta.

In caso di cataratta

Può succedere, infatti, che, soprattutto per chi è  stato sottoposto a questa correzione in età molto giovane, con il passare degli anni il difetto di vista si riproponga oppure che ne subentri un altro legato per esempio al sopraggiungere della cataratta, problema tipico dell’età che determina un opacizzarsi del cristallino, la lente naturale  presente negli occhi che proprio per via del passare del tempo si disidrata, si ossida e si ispessisce.

Se la miopia peggiora

Nessuna paura però. Il laser è una soluzione possibile anche nel caso in cui ci si sia già sottoposti a chirurgia refrattiva. L’intervento in tutti questi casi non comporta né particolari rischi né problemi di nessun tipo. Ovviamente come sempre in medicina e chirurgia ogni caso va valutato singolarmente. I trattamenti con il laser che riducono la miopia hanno lo scopo di appiattire la cornea in modo  che i raggi luminosi che l’attraversano finiscano a fuoco sulla retina e non davanti come succede nell’occhio miope.
Se il numero di diottrie è elevato, la cornea va appiattita molto riducendone lo spessore: in questo caso occorre verificare se si può appiattire ulteriormente la cornea senza fare danni come per esempio una perdita di trasparenza.
Importante, quindi, quando si opta per un intervento laser contro la miopia, procedere preferibilmente dopo i 20 anni o comunque quando la miopia è stabilizzata da due anni.

Il doppio intervento

In età più avanzata è bene valutare se è già presente una cataratta in formazione  così da procedere a una doppia correzione con un unico intervento. In genere si operano entrambi gli occhi con una sola seduta eseguita in anestesia locale tramite collirio, in regime ambulatoriale, senza dolore e necessità di ricovero.
La vista si recupera entro pochi giorni: nella maggior parte dei casi i difetti vengono corretti al 100% e nei rari casi in cui non accade si può procedere a un successivo intervento.

Le alternative possibili

Nel caso  della cataratta il laser può essere sostituito con il bisturi oppure con il facoemulsificatore che frantuma il cristallino con gli ultrasuoni prima di procedere alla sua sostituzione. Con il laser aumenta la precisione ma le tecniche tradizionali, rimborsate dal servizio sanitario nazionale, restano  altrettanto valide e sicure.

 

 
 
 

Da sapere!

La chirurgia refrattiva, cioè l’impiego del laser per correggere la miopia, non viene rimborsata dal Servizio Sanitario Nazionale con alcune eccezioni che riguardano chi ha subito traumi, ha cicatrici sulla cornea, soffre di patologie gravi oppure ha difetti della vista superiori alle quattro diottrie.

 

Fonti / Bibliografia

  • CatarattaLa cataratta è un'opacizzazione del cristallino, la lente indispensabile per mettere a fuoco le immagini sulla retina.
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccini tetravalente ed esavalente e possibili effetti indesiderati

06/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Qualsiasi vaccino dà luogo a effetti indesiderati che comunque sono molto meno gravi di quanto potrebbero essere le conseguenze della malattia contro cui vengono effettuati.  »

Bimbo che vuole mangiare solo pochi alimenti

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Occorre stare molto attenti a non trasformare l'ora dei pasti in un momento in cui il bambino tiene in pugno tutta la famiglia e il modo migliore per evitarlo, favorendo un rapporto sereno con il cibo, è mostrare indifferenza se rifiuta una cibo e zero esultanza se, invece, lo mangia.   »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti