Le donne russano come e quanto gli uomini

Luciana Pellegrino
A cura di Luciana Pellegrino
Pubblicato il 17/06/2019 Aggiornato il 17/06/2019

Non lo si dice ma le donne russano producendo un rumore d’intensità (anche superiore ai 50 decibel) simile a quella degli uomini. E questo può creare problemi

Le donne russano come e quanto gli uomini

Le donne russano come gli uomini e lo fanno producendo un rumore d’intensità quasi identica a quella del sesso maschile. È quanto emerge da uno studio del Soroka University Medical Center d’Israele e pubblicato anche sulla rivista Journal of Clinical Sleep Medicine. I risultati della ricerca avrebbero appurato che il russare delle donne arriva spesso a toccare i 50 decibel, contro i 51,7 decibel degli uomini. Un problema che pare sia essere sottostimato anche per una forma di pudore, perché per le donne è difficile ammettere di russare e farlo anche forte.

Russamento intenso

Gli studiosi hanno preso in esame quasi 2.000 pazienti con un’età media di 49 anni, con disturbi del sonno. Ai soggetti è stato chiesto di compilare un questionario per valutare la gravità del loro russare. Per misurare il volume del russamento i ricercatori hanno usato uno strumento digitale che ne ha calibrato il sonno durante una notte intera. L’intensità è stata classificata come lieve da 40-45 decibel, moderata da 45-55 decibel, grave da 55-60 decibel e molto grave da 60 decibel in poi. Si è visto che quasi il 40% delle donne che si dichiarava non russatrice in realtà lo faceva in modo grave o molto grave.

Pudore e vergogna

Secondo gli studiosi le donne avrebbero omesso le risposte sul problema del russare per via di una forma di pudore o di vergogna. Il russare è infatti un fenomeno considerato in genere prettamente maschile. Eppure, si tratta di un fatto che non va trascurato e che potrebbe contribuire a un altro problema legato al russare nelle donne, ovvero le apnee notturne. Se non si sa (o non si dice) di russare, diventa più difficile per le donne individuare eventuali disturbi correlati, come le apnee.

A rischio di apnee ostruttive

La roncopatia, conosciuta anche come russamento, è una patologia che è molto comune anche tra le donne, soprattutto durante la menopausa. Con il passare degli anni, infatti, il russare può complicarsi e trasformarsi nella sindrome delle apnee ostruttive del sonno. Le apnee notturne rappresentano una malattia molto seria poiché provoca affaticamenti polmonari, cardiovascolari e cerebrali. I principali fattori di rischio per le donne, ma anche per gli uomini, sono quindi: età, sovrappeso, fumo, pasti abbondanti (prima di andare a dormire) e alcol (prima di coricarsi). Vanno individuate prima possibile e il russamento ne è un importante indice.

 

 

DA SAPERE

I RIMEDI PER NON RUSSARE

Per evitare di russare gli esperti consigliano di non mangiare troppo ed evitare gli alcolici, soprattutto la sera, non fumare e cercare di dormire in posizione laterale, e non in quella supina.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Ho un neo che mi fa paura: aiuto!
17/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

A fronte di un neo diverso dagli altri, specialmente se comparso di recente e con tendenza a modificarsi per forma, colore e dimensione è irrinunciabile sottoporsi tempestivamente a un controllo dermatologico.   »

Bimbo di 16 mesi molto vivace: che fare?
16/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' normale che a 16 mesi il bambino voglia misurarsi con le sue nuove capacità psicomotorie: quello che gli si deve impedire è di farsi male, ma in generale è meglio non eccedere con i no.  »

Quanto peserà il mio bambino?
21/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

L'ecografia fornisce una stima del peso del bambino, che va considerata con prudenza in quanto il margine di errore in più o in meno è circa del 10 per cento. Indicare quanto peserà esattamente il bambino alla nascita non è dunque possibile.   »

Fai la tua domanda agli specialisti