Mal di schiena: non è (solo) colpa della vita sedentaria

Pamela Franzisi A cura di Pamela Franzisi Pubblicato il 15/10/2019 Aggiornato il 15/10/2019

Secondo uno studio australiano non esisterebbe una relazione tra la posizione seduta per tempi prolungati e il mal di schiena. Ciò non significa che la vita sedentaria faccia bene alla salute

Mal di schiena: non è (solo) colpa della vita sedentaria

Il mal di schiena, malattia molto diffusa ma spesso trascurata, non è necessariamente legata alla vita sedentaria, come il trascorrere molte ore sedute a una scrivania. Il mito del binomio mal di schiena-vita sedentaria è stato sfatato da un gruppo di ricercatori della Deakin University di Melbourne, secondo cui  non ci sarebbe alcun legame tra la posizione seduta e il dolore alla schiena. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Journal of Biomechanics.

Analizzati 41 studi

Sono stati analizzati i dati provenienti da 41 studi condotti nel corso di trent’anni (dal 1990 al 2018), che hanno interessato circa un milione di individui.  L’autore dello studio Daniel Belavy ha concluso che “sebbene si possa accusare una rigidità muscolare quando si sta seduti per un lungo periodo tempo, in realtà la posizione seduta di per sé non danneggia direttamente le strutture spinali”.

Sforzo fisico e dolore

I ricercatori di Melbourne hanno riscontrato, al contrario, che i lavori pesanti che comportano uno sforzo  intenso possono essere associati al mal di schiena. Ma  “un conto è trovare un’associazione e un altro è dimostrarne la causalità”, precisa l’autore. “Gli studi sulla causalità sono pochi e rari perché sono più difficili da condurre. Quindi, è importante continuare a lavorare per comprendere meglio i meccanismi alla base della lombalgia”.

Sì all’attività fisica ma con moderazione

Il mancato riscontro di un’associazione tra sedentarietà e mal di schiena non significa  che stare lunghi periodi di tempo in posizione seduta sia salutare. “Da altri studi sappiamo che l’attività fisica regolare è importante per ridurre il rischio di dolori alla schiena”, dichiara ancora Belavy. “E sappiamo che ridurre il tempo seduti diminuisce i rischi di altre condizioni croniche. Perciò, coloro che lavorano in ufficio dovrebbero comunque avere un occhio di riguardo quando stanno seduti davanti alla scrivania per lunghi periodi di tempo”. Attenzione, però. Anche gli esercizi eseguiti male possono peggiorare il mal di schiena.

 

 

 

Lo sapevi che?

Anche lo stress può essere causa del mal di schiena? Le tensioni emotive contribuiscono a contrarre la muscolatura paravertebrale, diminuendone l’elasticità.

 

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Ovulazione: può verificarsi anche se si prende la pillola?

31/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono casi in cui, nonostante l'assunzione del contraccettivo orale, la donna continua a essere fertile: accade, per esempio, se è in sovrappeso.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti