Malattie delle unghie: in aumento sia alle mani sia ai piedi

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 28/10/2014 Aggiornato il 28/10/2014

Le malattie delle unghie hanno cause diverse a seconda che interessino le mani o i piedi. In ogni caso… sono sempre più comuni! 

Malattie delle unghie: in aumento sia alle mani sia ai piedi

Negli ultimi tre anni in Italia sono in netto aumento le malattie delle unghie, sia delle mani che dei piedi. Lo conferma l’Istituto Dermoclinico Vota Cutis di Milano, impegnato nella cura dermatologica di questa delicata parte del corpo. Secondo il direttore, il dottor Antonino di Pietro, negli ultimi tempi le segnalazioni di malattie alle unghie sarebbero cresciute almeno del 75% in generale, mentre sarebbero raddoppiati i casi di infezioni alle unghie. Occorre farci attenzione sempre, ma soprattutto in gravidanza.

Pratiche errate per le mani

La ragione sta nelle attenzioni, spesso non corrette, che si dedicano alle mani e ai piedi con il ricorso a pratiche fai-da-te e all’utilizzo spesso indiscriminato di prodotti che contengono sostanze altamente nocive per la salute della cheratina.

Tacchi alti per i piedi

I problemi alle unghie, in particolare a quelle dei piedi, sarebbero in aumento anche per via di abitudini posturali e di abbigliamento errate, prima fra tutte l’uso dei tacchi alti per lunghe ore e alle conseguenze che questo porta sulla conformazione delle unghie dei piedi. Una delle principali cause di problemi deriva proprio dall’indossare a lungo scarpe strette e con i tacchi molto alti, fonte di traumi per questa parte del corpo così delicata.

Prodotti cosmetici aggressivi

Se oggi i problemi alle unghie sono in aumento, soprattutto tra le donne, la ragione va trovata nell’uso di prodotti cosmetici e nel ricorso a pratiche cosmetiche che mettono a dura prova la loro resistenza. L’uso degli smalti semipermanenti, ad esempio, è pericolosa perché richiede poi prodotti particolari per eliminarli, che contengono solventi aggressivi dannosi per la salute dell’unghia perché ne indeboliscono nel tempo la struttura. Non solo: batteri e funghi si diffondono maggiormente laddove l’unghia è debole mentre i taglietti e le eventuali abrasioni possono portare a infezioni di varia entità.

Ma anche anemia e dermatite

Ci sono però anche cause organiche che possono provocare malattie delle unghie. Tra le più diffuse si registra l’anemia e i disturbi polmonari che non permettono all’ossigeno di arrivare adeguatamente anche sotto alla lamina trasparente di cheratina di cui è fatta l’unghia che diventa fragile e scura. Anche le malattie della pelle come dermatiti e psoriasi compromettono la salute delle unghie, mentre l’alimentazione scorretta e il fumo possono provocare variazioni di colore e consistenza. 

In breve

VANNO CONTROLLATE SEMPRE

Monitorare spesso la salute delle unghie, verificandone aspetto, colore, elasticità, forma e consistenza è uno dei metodi per verificare, a ogni età, la salute di una persona. Spesso infatti sono proprio le unghie a rilevare, con il loro aspetto alterato, patologie come le malattie ereditarie. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti