Parodontite, può favorire un tumore alla bocca ma un probiotico…

Luce Ranucci A cura di Luce Ranucci Pubblicato il 16/04/2021 Aggiornato il 16/04/2021

La parodontite è una malattia gengivale, spesso sottovalutata, molto diffusa che potrebbe avere un ruolo cruciale nell’insorgenza di un cancro della bocca particolarmente aggressivo. Ma un probiotico sembra abbassare il rischio

Parodontite, può favorire un tumore alla bocca ma un probiotico…

La parodontite è una malattia gengivale ormai molto diffusa e si è scoperto che potrebbe favorire un cancro della bocca particolarmente aggressivo (il carcinoma orale a cellule squamose, che è anche tra i tumori più diffusi), a causa dei batteri che la provocano. È stato provato, però, che un probiotico con azione antimicrobica (la nisina, una molecola della famiglia delle bacteriocine, usata come conservante alimentare) può prevenire questa neoplasia.

Lo studio scientifico

Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Plos Pathogens  da Yvonne Kapila, della School of Dentistry presso la University of California, a San Francisco.

Gli esperti hanno visto che tre patogeni parodontali (Porphyromonas gingivalis, Treponema denticola, Fusobacterium nucleatum) favoriscono insorgenza e aggressività della malattia nei topi da laboratorio e che la nisina può al contrario contrastare i processi batterici associati al tumore.

Il parere degli studiosi

“Poiché il probiotico nisina riduce la carcinogenesi mediata dai patogeni parodontali – scrivono gli autori dello studio – questi risultati potrebbero aprire le porte ad avanzamenti nel trattamento del cancro della bocca e stabilire un nuovo paradigma per la terapia oncologica, focalizzato su terapie antimicrobiche”. “Negli ultimi 20 anni sono emersi consistenti risultati di ricerca che provano in maniera incontrovertibile l’associazione tra parodontite e diverse malattie sistemiche come il diabete e le malattie cardiocircolatorie – ricorda il Presidente Eletto della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia (SIdP) Nicola Marco Sforza.

Alla base vi è l’infiammazione cronica

“Nuove ricerche ultimamente hanno dimostrato una relazione tra agenti patogeni associati alla parodontite e formazione di alcune neoplasie, in particolare il cancro della bocca, ma anche tumori del tratto gastrointestinale e del pancreas. Per queste ultime ricerche, si tratta per lo più di studi su animali o preclinici che tuttavia meritano interesse e ulteriori approfondimenti”, spiega Sforza. “In particolare – continua l’esperto – su modello animale, è stata dimostrata una stretta correlazione tra l’infiammazione cronica causata dai microbi della parodontite – mediata dalla risposta immunitaria dell’organismo – e la formazione del carcinoma orale squamocellulare, tumore maligno del cavo orale. I probiotici (definiti come colture di batteri vivi che, in quantità controllata, svolgono un’azione benefica nei confronti dell’ospite) da alcuni anni possono essere impiegati in parodontologia come coadiuvanti per la prevenzione e terapia delle malattie parodontali”, prosegue Sforza.

“Negli ultimi 5 anni è stato dimostrato che la nisina ha proprietà inibitorie verso diversi tipi di carcinomi, incluso quello orale – rileva l’esperto – agendo sia a livello microbiologico, sia come modulatore dell’attività immunitaria dell’ospite. Ecco dunque che il lavoro appena pubblicato merita interesse per le potenziali ricadute cliniche; inoltre riafferma l’importanza della salute parodontale per ridurre il rischio di malattie sistemiche e del cancro orale; tuttavia è necessario ricordare che si tratta di uno studio su modello animale e quindi non generalizzabile e che sono necessari ulteriori ricerche sull’uomo, effettuate su larga scala ed isolando quei fattori di rischio, come il fumo o l’abuso di alcol, che possono condizionare fortemente i risultati”, conclude Sforza.

 

 

 
 
 

Da sapere

MALATTIA MOLTO COMUNE DOPO I 30 ANNI

 

La parodontite, chiamata anche piorrea o malattia parodontale, è un’infiammazione delle gengive che colpisce prevalentemente gli adulti sopra i 30 anni. Al contrario di quanto si possa immaginare, si tratta di una malattia diffusa. Infatti il 15% della popolazione soffre di una grave forma di parodontite e circa il 50% ne è colpita in vari modi. Un problema da non sottovalutare, dato che ha forti ricadute anche sulla salute generale della persona.

 

Fonti / Bibliografia

  • Periodontal pathogens promote cancer aggressivity via TLR/MyD88 triggered activation of Integrin/FAK signaling that is therapeutically reversible by a probiotic bacteriocinAuthor summary Oral squamous cell carcinoma (OSCC), a subset of HNSCC, is the most common malignant oral neoplasm. Risk factors, including smoking, alcohol consumption and human papilloma virus (HPV) infection alone have not been sufficient in explaining the incidence and aggressive behaviors of OSCC. Thus, other factors, such as oral periodontal pathogens may play an important role in OSCC tumor development, progression and metastasis, yet this has not been well explored. Here, we test whether periodontal pathogens promote oral cancer tumorigenesis, and whether bacteriocin/nisin treatment may modulate these responses. We found that periodontal pathogens promote cancer aggressivity via crosstalk between integrin/FAK and TLR/MyD88 signaling pathways that is reversible by bacteriocin/nisin treatment. Our study offers direct evidence that a bacteriocin, nisin has a broad therapeutic potential as an anti-cancer agent, and as an inhibitor of pathogen-mediated carcinogenesis.
  • Yvonne Kapila, DDS, PhD | School of DentistryYvonne Kapila's research has focused on understanding the basic extracellular matrix (ECM) processes that govern head and neck cancer tumorigenesis and periodontal disease pathogenesis. She has made important discoveries on the cell and molecular biology mechanisms that regulate anoikis; programmed cell death or apoptosis triggered by loss of extracellular matrix contacts. Her work on anoikis has focused on identifying matrix components and novel receptors that mediate this process in head and neck cancer and in periodontal disease.
  • Arthur A. Dugoni School of Dentistry | University of the Pacific
  • Benvenuti  | SIdP - Società Italiana di Parodontologia e ImplantologiaLa Società Italiana di Parodontologia e Implantologia ha come principale missione la prevenzione, la diagnosi delle malattie dei tessuti parodontali  e il loro ripristino funzionale ed estetico, anche attraverso procedure implantologiche
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Bimba di due anni che al nido non mangia nulla

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Può capitare che un bambino si rifiuti di mangiare al nido. Ma è solo questione di tempo: a mano a mano che impara ad accettare di buon grado il distacco, perché comprende che la mamma torna sempre, tutto si risolve.   »

Quarto cesareo: ci saranno problemi?

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo è sempre un intervento difficile per i medici, perché è possibile che i precedenti abbiano lasciato aderenze tra i tessuti uterini e gli organi circostanti, ma questo non significa che non possa andare comunque tutto per il meglio.  »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti