Pet therapy contro lo stress

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 23/08/2016 Aggiornato il 23/08/2016

A beneficiare della pet therapy sono soprattutto le donne: avere un animale domestico riduce notevolmente anche il rischio di ictus

Pet therapy contro lo stress

I benefici psicologici della pet therapy sono conosciuti da tempo, e anche recentemente una ricerca della Georgia Southern University ha dimostrato che gli animali domestici, soprattutto i gatti, diminuiscono addirittura il rischio di malattie cardiovascolari.

Sotto esame 4.000 persone

Per giungere a questa conclusione sono stati analizzati i dati relativi a 4mila adulti, senza malattie gravi, raccolti nel corso di una lunga ricerca su salute e nutrizione (National Health and Nutrition Examination Survey). Tra le altre cose, ai partecipanti veniva chiesto anche se avessero un animale domestico. È emerso che il 35% dei soggetti possedeva un cane o un gatto e la metà di questi era affetto da obesità oppure era in una condizione di sovrappeso. La vita dei partecipanti è stata seguita fino al 2006, comparando i decessi con l’indice nazionale di mortalità. I risultati hanno evidenziato che l’incidenza di mortalità per malattie cardiovascolari in chi aveva un animale domestico era nettamente inferiore: 7 casi su 1.000 contro gli 11 su 1.000 di chi non possedeva animali domestici.

Benefici soprattutto per le donne

In particolare, lo studio ha dimostrato che avere un cane o un gatto incide molto positivamente nella riduzione dell’ictus per le donne. I dati, infatti, evidenziano una significativa diminuzione del rischio di sviluppare tale patologia del 40% nei soggetti femminili. Per quanto riguarda gli uomini, tale riduzione non si è verificata. Le donne, inoltre, secondo diversi studi, sono mediamente più stressate degli uomini, soprattutto sul posto di lavoro, dovendo conciliare attività lavorativa e famiglia in misura maggiore rispetto alla controparte maschile.

Effetti anche gli sbalzi ormonali

La presenza di animale domestico potrebbe mitigare anche gli effetti dell’ansia e degli sbalzi ormonali dovuti al ciclo mestruale.

 

 

lo sapevi che?

Vivere con un cane o un gatto rinforza il sistema immunitario dei bambini, sviluppando anticorpi contro virus e batteri e diminuendo il rischio di allergie. Lo sostiene una ricerca del Department of Public Health Sciences dell’Henry Ford Hospital di Detroit.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Prevenire tosse e raffreddore si può?
21/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

Nei primi anni di vita le infezioni respiratorie, come tosse e raffreddore, sono lo scotto da pagare alla socializzazione.   »

Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo
14/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.   »

Fattore Rh negativo: l’immunoprofilassi anti-D va fatta in gravidanza?
11/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' più che opportuno che le donne con fattore Rh negativo che aspettano un bambino eseguano l'immunoprofilassi specifica già durante la gravidanza. L'iniezione (intramuscolare) dovrebbe essere effettuata da personale sanitario.  »

Fai la tua domanda agli specialisti