Pressione alta: scoperta proteina che l’abbassa

Stefania Lupi A cura di Stefania Lupi Pubblicato il 05/09/2018 Aggiornato il 05/09/2018

Si chiama galectina 1 ed è la nuova frontiera per le terapie anti-ipertensive. È infatti una proteina rivoluzionaria per la cura della pressione alta

Pressione alta: scoperta proteina che l’abbassa

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, ogni anno l’ipertensione causa 7,5 milioni di morti nel mondo. Nel nostro Paese soffrono di pressione alta circa 16 milioni di persone. Non un’epidemia, ma quasi. Contro l’ipertensione, però, c’è una nuova scoperta che potrebbe portare allo sviluppo di farmaci in grado di abbassare e tenere sotto controllo la pressione del sangue.

Come agisce

La scoperta è della National University of Singapore che ha individuato la galectina-1, ossia una proteina in grado di influenzare la funzione di un’altra proteina di tipo-L del canale di calcio che normalmente agisce per contrarre i vasi sanguigni. Riducendo l’attività di questi canali, la galectina-1 porta così all’abbassamento della pressione alta.

Vari gradi

La pressione alta può avere diversi gradi e se per i pazienti con ipertensione di stadio 1 è importante soprattutto modificare lo stile di vita per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, quelli con ipertensione di stadio 2 o superiore, invece, devono assumere i farmaci: quelli che bloccano i canali di calcio (calcioantagonisti) sono tradizionalmente usati contro la pressione alta, ma il loro uso è associato a un rischio maggiore di insufficienza cardiaca.

Importante lo stile di vita

Per tutti, comunque, vale la regola di seguire buone abitudini di vita quali la dieta, che deve prevedere la riduzione del consumo di sale e caffè, l’abolizione del fumo, la riduzione o l’eliminazione degli alcolici, la pratica di una regolare attività fisica fisica (passeggiate, nuoto, bici).

 

 
 
 

Da sapere!

Disturbi come palpitazioni, vertigini, cefalea, nervosismo, stanchezza, ronzii, lampi di luce e altri disturbi visivi devono far sospettare la presenza di ipertensione.

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

La mia gravidanza si è interrotta: riuscirò ad avere un bambino?

30/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Per quanto strano possa sembrare, un aborto spontaneo, anche se rappresneta un evento dolorosa, comprova che la coppia riesce a concepire, quindi è fertile.   »

Sangue rosso vivo a un mese dal parto

30/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Le lochiazioni non preoccupano se sono costituite da sangue, ma solo se diventano maleodoranti o troppo abbondanti.  »

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

Fai la tua domanda agli specialisti