Problemi alle gengive? Potrebbe essere colpa dell’intestino

Metella Ronconi Pubblicato il Aggiornato il 07/11/2018

Un nuovo studio ribadisce il legame tra i problemi alle gengive e le malattie croniche dell’intestino, come la colite

Chi è affetto da malattie infiammatorie croniche intestinali (come la colite ulcerosa o il morbo di Crohn) può avere un rischio più alto di problemi alle gengive come la parodontite, un processo infettivo infiammatorio delle gengive. Una revisione di studi pubblicata sul Journal of Clinical Periodontology punta l’attenzione sull’associazione tra salute del microbiota orale e di quello intestinale.

Intestino e salute orale

Le malattie infiammatorie croniche dell’intestino colpiscono una persona su 200 nei Paesi sviluppati e producono sintomi debilitanti che rappresentano un costo considerevole per i sistemi sanitari nazionali. Per capire se anche queste, così come è stato verificato per quanto riguarda il diabete, l’obesità e l’artrite reumatoide, possano avere un collegamento con la salute orale, i ricercatori dell’Università di Bonn hanno individuato nove studi clinici relativi a un totale di 1.297 pazienti.

Genetica e stile di vita

I risultati hanno rilevato un rischio di problemi alle gengive e ai denti, come malattia parodontale e carie, molto più elevato per i pazienti con malattie infiammatorie croniche dell’intestino rispetto alla popolazione generale, soprattutto per quanto riguarda i pazienti affetti da colite ulcerosa. La revisione non consente di stabilire una relazione causale, ma la correlazione statistica è molto chiara e viene attribuita sia a fattori comuni, come età e predisposizione genetica, che ad altri legati invece all’ambiente o allo stile di vita, come il consumo di alcol e il fumo. Inoltre, entrambe le patologie sono multifattoriali e si associano ad uno squilibrio batterico con una forte risposta infiammatoria.

Flora batterica alterata

Come nelle malattie infiammatorie croniche intestinali si ha una trasformazione profonda della flora batterica intestinale, così nella malattia parodontale c’è una altrettanto impressionante alterazione dell’equilibrio dei microrganismi che popolano il cavo orale. Le relazioni tra microbiota intestinale e orale restano però ancora sconosciute ma tutte da esplorare. 

 
 

DA SAPERE

PREVENZIONE CONTRO LA PARADONTITE

Per combattere la parodontite rimane fondamentale la prevenzione, cercando quindi di controllare l’accumulo di placca. Prima a casa con una corretta igiene orale con spazzolino e filo interdentale, poi con pulizie periodiche dal dentista.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Temperatura basale: quale valore se il concepimento è avvenuto?

La temperatra basale esprime le fluttuazioni ormonali che avvengono nell'arco del mese, segnalando sia il periodo dell'ovulazione sia l'eventuale inizio di una gravidanza.   »

Raffreddore in allattamento: come curarlo?

Il bambino sta bene se sta bene la mamma, quindi anche in allattamento in caso di raffreddore è più che consigliabile curarsi, eventualmente anche assumendo medicine (che non abbiano controindicazioni specifiche).   »

Non saranno troppi tutti questi vaccini assieme?

Le vaccinazioni mettono al riparo dal rischio che il bambino sia colpito da malattie terribili, che possono mettere a repentaglio la sua vita. I vaccini combinati sono l'opzione migliore, quindi vanno effettuati senza timori, nella certezza che siano una protezione irrinunciabile.   »

Fai la tua domanda agli specialisti