Problemi alle gengive? Potrebbe essere colpa dell’intestino

Metella Ronconi A cura di Metella Ronconi Pubblicato il 07/11/2018 Aggiornato il 07/11/2018

Un nuovo studio ribadisce il legame tra i problemi alle gengive e le malattie croniche dell’intestino, come la colite

Problemi alle gengive? Potrebbe essere colpa dell’intestino

Chi è affetto da malattie infiammatorie croniche intestinali (come la colite ulcerosa o il morbo di Crohn) può avere un rischio più alto di problemi alle gengive come la parodontite, un processo infettivo infiammatorio delle gengive. Una revisione di studi pubblicata sul Journal of Clinical Periodontology punta l’attenzione sull’associazione tra salute del microbiota orale e di quello intestinale.

Intestino e salute orale

Le malattie infiammatorie croniche dell’intestino colpiscono una persona su 200 nei Paesi sviluppati e producono sintomi debilitanti che rappresentano un costo considerevole per i sistemi sanitari nazionali. Per capire se anche queste, così come è stato verificato per quanto riguarda il diabete, l’obesità e l’artrite reumatoide, possano avere un collegamento con la salute orale, i ricercatori dell’Università di Bonn hanno individuato nove studi clinici relativi a un totale di 1.297 pazienti.

Genetica e stile di vita

I risultati hanno rilevato un rischio di problemi alle gengive e ai denti, come malattia parodontale e carie, molto più elevato per i pazienti con malattie infiammatorie croniche dell’intestino rispetto alla popolazione generale, soprattutto per quanto riguarda i pazienti affetti da colite ulcerosa. La revisione non consente di stabilire una relazione causale, ma la correlazione statistica è molto chiara e viene attribuita sia a fattori comuni, come età e predisposizione genetica, che ad altri legati invece all’ambiente o allo stile di vita, come il consumo di alcol e il fumo. Inoltre, entrambe le patologie sono multifattoriali e si associano ad uno squilibrio batterico con una forte risposta infiammatoria.

Flora batterica alterata

Come nelle malattie infiammatorie croniche intestinali si ha una trasformazione profonda della flora batterica intestinale, così nella malattia parodontale c’è una altrettanto impressionante alterazione dell’equilibrio dei microrganismi che popolano il cavo orale. Le relazioni tra microbiota intestinale e orale restano però ancora sconosciute ma tutte da esplorare.

DA SAPERE

PREVENZIONE CONTRO LA PARADONTITE

Per combattere la parodontite rimane fondamentale la prevenzione, cercando quindi di controllare l’accumulo di placca. Prima a casa con una corretta igiene orale con spazzolino e filo interdentale, poi con pulizie periodiche dal dentista.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di tre anni che colora fuori dai bordi

23/01/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

E' normale che a tre anni il bambino non riesca ancora a colorare una sagoma senza uscire dai bordi, quindi insistere affinché lo faccia rappresenta solo un'inutile forzatura.   »

Bimba che vuole solo il papà dopo l’arrivo della sorellina

20/01/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Dopo la nascita di un fratellino, è positivo che il maggiore crei un legame speciale con il padre e la mamma, anziché sentirsi messa da parte, dovrebbe esserne contenta.   »

L’uso del cellulare è nocivo in gravidanza?

13/01/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Aldo Messina

Durante la gestazione, è davvero poco probabile, anzi si può quasi escludere, che l'utilizzo del telefonino possa avere ripercussioni negative sul bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti