Sei una mamma? Vivrai di più

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 17/12/2015 Aggiornato il 17/12/2015

Avere un figlio fa bene alla salute e allunga la vita. Sembra addirittura che riduca del 20 per cento il rischio di morte per cancro, ictus e infarto

Sei una mamma? Vivrai di più

La maternità è un elisir di salute: secondo una ricerca inglese essere madri migliora la possibilità di sopravvivere a malattie come cancro, ictus e infarto e, complessivamente, riduce del 20% il rischio di morte.

Meno rischi per le donne con figli

È quanto emerge da uno studio dell’Imperial college di Londra (Icl), pubblicato sulla rivista BMC Medicine, che confermerebbe un’ipotesi già nota. I ricercatori hanno analizzato i dati di 322.972 donne in dieci paesi, tra cui Regno Unito, Francia, Germania e Svezia, con un’età media di 50 anni. Ogni donna è stata seguita per una media di 12,9 anni. Durante questo periodo, ci sono stati 14.383 decessi, che comprendevano 5.938 morti per cancro e 2.404 decessi per malattie del sistema circolatorio.

E ancora di più se si allatta

Il team ha confrontato una serie di fattori riproduttivi, come gravidanza, allattamento e assunzione di contraccettivi, con il rischio di morte per cancro al seno, ictus e malattie cardiache. Si è visto che le donne che avevano partorito avevano una riduzione del 20% del rischio di morte rispetto alle altre. E allattando al seno il rischio scendeva di un ulteriore 8%.

L’ideale è più di un figlio

Il beneficio sembrerebbe legato anche al numero di figli. Rispetto alle morti per cancro infatti, il rischio era ancor più ridotto nelle donne che avevano avuto due o tre bambini in confronto a quelle che avevano un solo figlio. 

Il merito è… degli ormoni

Le donne che avevano assunto contraccettivi orali avevano un rischio di morire inferiore del 10 per cento rispetto alla media. Tutti questi risultati, secondo Melissa Merritt, la ricercatrice che ha condotto lo studio, possono essere spiegati associando questi fattori a cambiamenti nei livelli ormonali, che la gravidanza provoca inevitabilmente.

 

 

 
 
 

In breve

 

NESSUN VANTAGGIO SE SI FUMA

Il miglioramento generale dello stato di salute e la riduzione del rischio di cancro, ictus e infarto però vengono meno se la donna è una fumatrice. Un motivo in più per abbandonare la sigaretta.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Positiva allo streptococco a qualche settimana dal parto

19/04/2021 Bambino di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui il tampone rivelasse una positività allo streptococco, al momento del parto viene effettuata una profilassi antibiotica per evitare che il bambino venga contagiato dal batterio durante il passaggio all'esterno.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti