Sigarette: mix di elettroniche e tradizionali aumenta di 5 volte il rischio infarto

Luciana Pellegrino A cura di Luciana Pellegrino Pubblicato il 16/10/2018 Aggiornato il 16/10/2018

Chi fuma le sigarette elettroniche insieme alle classiche bionde ha molte più probabilità di avere un infarto, a differenza di chi fuma i singoli prodotti. Ecco perché

Sigarette: mix di elettroniche  e tradizionali aumenta di 5 volte il rischio infarto

Fumare ogni giorno le sigarette elettroniche insieme a quelle tradizionali quintuplica il rischio di avere un infarto. Lo sostiene uno studio effettuato su circa 70.000 persone, condotto da alcuni ricercatori dell’Università della California e pubblicato sull’American Journal of Preventive Medicine.

Mix pericoloso

Su 35.352 ex fumatori o ex svapatori di e-cig, 333 persone, ovvero il 3,6%, ha avuto un attacco di cuore, con una percentuale del 6% tra coloro che fumavano sigarette elettroniche o sigarette tradizionali tutti i giorni. Il 66% dei consumatori di sigarette elettroniche fumava anche quelle classiche. Per chi fumava tabacco e svapava, le probabilità di avere un infarto sono state 4,6 volte in più rispetto a chi non aveva mai fumato, né un tipo né l’altro.

Smettere abbatte il rischio

Stanton Glantz, direttore del Centro UCSF, sostiene però che il rischio di infarto diminuisce subito dopo aver smesso di fumare e lo stesso vale quando si smette di svapare le sigarette elettroniche.

Cuore e non solo

La sigaretta elettronica può essere utile nella dipendenza dal fumo di tabacco, ma non bisogna dimenticare che contiene sostanze dannose come il glicole propilenico, che a lungo andare può provocare forti irritazioni alle vie aeree, asma e riniti. Le e-cig infatti possono provocare non solo malattie cardiache e tumorali ma anche seri problemi respiratori, come tosse persistente e bronchite.

 

 

 

Da sapere!

Il consumo di sigarette elettroniche non attira solo chi vuole diminuire il fumo tradizionale ma attrae anche chi non ha mai fumato prima, soprattutto i giovani.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa: si può fare qualcosa per farla risalire?

27/01/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Con il passare delle settimane e l'aumento di dimensione dell'utero la placenta tende a spostarsi verso il fondo dell'utero in modo spontaneo, senza che vi sia bisogno di fare nulla per favorire la sua "migrazione".   »

Bimbo di tre anni che colora fuori dai bordi

23/01/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

E' normale che a tre anni il bambino non riesca ancora a colorare una sagoma senza uscire dai bordi, quindi insistere affinché lo faccia rappresenta solo un'inutile forzatura.   »

L’uso del cellulare è nocivo in gravidanza?

13/01/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Aldo Messina

Durante la gestazione, è davvero poco probabile, anzi si può quasi escludere, che l'utilizzo del telefonino possa avere ripercussioni negative sul bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti