Sonno: quanto dormiamo dipende dalla Luna

Metella Ronconi A cura di Metella Ronconi Pubblicato il 02/03/2021 Aggiornato il 02/03/2021

Secondo uno studio recente, nelle notti che precedono la Luna piena, si tende a dormire di meno e ad andare a letto più tardi. Ecco come la Luna influenza il nostro sonno

Sonno: quanto dormiamo dipende dalla Luna

In una ricerca condotta dagli esperti dell’Università di Washington, dell’Università Nazionale di Quilmes in Argentina e dell’Università di Yale e pubblicato sulla rivista Science Advances, sono stati analizzati i cicli del sonno di diversi partecipanti in relazione alle fasi della Luna.

La Luna e i suoi effetti sul nostro riposo

Secondo i risultati sembra dimostrato che la Luna potrebbe influenzare la qualità e la durata del sonno. In particolare, nelle notti che precedono la Luna piena si tende a dormire di meno e ad andare a letto più tardi.

Per giungere a questa conclusione, il team di ricerca, grazie a un monitor da polso, ha analizzato il ciclo lunare di 29,5 giorni confrontando la durata del sonno in contesti urbani e rurali, tra 98 abitanti di 3 comunità indigene del Nord Argentina e 464 studenti universitari di Seattle.

Horacio de la Iglesia, docente di biologia all’Università di Washington ha reso noto come, nei giorni precedenti la Luna piena, si tende a coricarsi più tardi e dormire meno, con Luna calante la modulazione del sonno aumenta.

Un retaggio dei nostri antenati

Ciò era più evidente nelle comunità rurali, ma osservabile anche tra gli studenti universitari, anche se negli ambienti urbani il legame era meno pronunciato. Il sonno varia durante il ciclo lunare dai 46 a 58 minuti, mentre il cambiamento per l’orario in cui si va a dormire oscilla di circa 30 minuti.

L’ipotesi dei ricercatori è che questo comportamento sia un adattamento innato che ha permesso ai nostri antenati di sfruttare questa fonte naturale di luce serale. Questi effetti potrebbero contribuire a spiegare perché l’accesso all’elettricità provoca cambiamenti pronunciati nei nostri schemi di sonno: la luce artificiale interrompe il nostro orologio circadiano in modo specifico, allungando le ore di veglia.

 

 
 
 

Da sapere!

Ci sono sempre state delle teorie sull’idea che le fasi lunari possano influenzare i comportamenti umani: secondo i ricercatori bisogna continuare a indagare per comprendere il modo in cui avviene questo effetto e se agisce o meno sui cicli circadiani innati.

Fonti / Bibliografia

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Fratello e sorella (solo da parte di madre) possono avere figli sani?

22/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

I figli di consanguinei hanno un alto rischio di nascere con anomalie genetiche e disturbi del neurosviluppo. Questa è la principale ragione per la quale nelle società organizzate sono vietate le unioni tra parenti stretti.   »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti