Smalto dei denti danneggiato sarà ricostruito da un gel?

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 24/10/2019 Aggiornato il 24/10/2019

Un gel rivoluzionario potrebbe riparare lo smalto dei denti danneggiato con il vantaggio di poter ripetere l'applicazione ogni volta che è necessario, proteggendo i denti dalla carie

Smalto dei denti danneggiato sarà ricostruito da un gel?

Uno speciale gel di calcio e fosfato potrebbe proteggere lo smalto dei denti e prevenire il problema delle carie, mettendo fine alle otturazioni e all’ansia del dentista. Così si legge in uno studio pubblicato sulla rivista Science Advances. L’idea e la creazione di questo prodotto, in grado di spingere i denti ad autoripararsi, è del team di ricercatori guidato da Ruikang Tang dell’Università cinese di Zhejiang.

Come funziona

L’esperimento è stato portato avanti dagli studiosi lavorando su denti immersi per 48 ore in una soluzione liquida che ricorda quella presente nella bocca, in modo che l’azione degli acidi arrivasse a rovinare lo smalto. È stato poi applicato il nuovo gel che ha la capacità di stimolare la crescita del nuovo smalto dei denti, producendo livelli di calcio e fosfato simili a quelli naturali. Il nuovo rivestimento dentale è 400 volte più sottile rispetto allo smalto non danneggiato ma, come hanno mostrato gli studiosi, può essere applicato più volte fino a raggiungere il grado di ricostruzione desiderato. Altri gruppi di studiosi hanno cercato di riparare lo smalto dei denti con miscele di calcio e fosfato che contenevano però particelle troppo grandi per poter aderire al dente, impedendone così la ricostruzione.

L’esperimento in laboratorio

In questa fase il team sta testando il gel sui denti dei topi per capire se le sostanze che contiene sono sicure. Solo una volta appurata la sua totale innocuità si potrà pensare di testare il prodotto sugli esseri umani per stabilire se è utile e funzionale nell’ambiente della bocca, cioè se funziona anche quando le persone mangiano e bevono.

Fondamentale l‘igiene orale

In attesa di ulteriori sviluppi della ricerca, rimane fondamentale una corretta igiene orale: lavare i denti ogni volta che si mangia e si beve riporta in equilibrio l’ambiente della bocca e impedisce che si sviluppino i batteri responsabili della carie. Sempre nell’ottica della prevenzione è indispensabile utilizzare il filo interdentale() per pulire anche i punti più difficili dove lo spazzolino non riesce ad arrivare.

 

 
 
 

Da sapere!

La salute dei denti passa anche dai periodici controlli dal dentista, prevedendo la pulizia del tartaro con un ritmo regolare, stabilito dal professionista sulla base della dentatura e dei problemi del singolo soggetto. Mai, invece, aspettare ad andare dal dentista quando si ha già fastidio e dolore.

 

Fonti / Bibliografia

  • A novel way to repair tooth enamelProfessorTANGRuikangwiththeZhejiangUniversityDepartmentofChemistrywillexperience“toothgrowth”.Theresearchteamledbyhimdevelopedabiomimeticregenerativesolutionwhichcouldbeappliedtothetoothcavityandestablishabiomimeticcrystalline-amorphousmineralizationfrontiertoinducethegrowthofenamelwithaprecisemaintenanceoftheoriginalstructuralcomplexitywithin48hours.Thisstudyispublishedonlineinanarticleentitled“Repairoftoothenamelbyabiomimeticmineralizationfrontierensuringepitaxialgrowth”inthejournalofScienceAd
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perdite di sangue nel primo trimestre: cosa può essere?

27/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una volta escluso, grazie all'ecografia, che il sanguinamento sia dovuto a un distacco o ad altre complicazioni, occorre capire se la causa potrebbe essere un'infezione.   »

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Fai la tua domanda agli specialisti