Neonato

I piccoli umani sono detti “neonati” dalla nascita fino al mese di vita, dopodiché in ambito pediatrico si parla di lattanti.
Tornare a casa dall’ospedale con il proprio neonato è bellissimo ma, allo stesso tempo, un pochino ansiogeno. I dubbi sono tanti e tra questi ce ne è uno particolarmente molesto: riuscirò a fare quello che è meglio per lui?
La risposta è sì, a patto di tenere a mente quella che può apparire un’indicazione retorica ma invece racchiude il segreto di un felice rodaggio da neo mamma: il bebè sta bene se anche la sua mamma sta bene.
Questo deve suggerire di occuparsi solo del neonato (allattamento e cura), almeno nelle prime settimane dopo la sua nascita, delegando tutte le altre incombenze ad altri, e di dormire ogni volta che è possibile, anche a costo di farlo quando dorme lui, quindi di giorno.
In questo modo si recuperano in fretta energie, perfetta forma fisica e si supera in breve il cosiddetto baby blues, un tempo noto come “lacrime del puerperio”, che si esprime con la comparsa di una sottile sensazione di smarrimento e di malinconia ed è dovuto alle modificazioni ormonali tipiche del periodo.
Per quanto riguarda l’accudimento del neonato ecco cosa è importante sapere:
  • va sempre coricato a pancia in su: questa posizione limita al massimo il rischio del terribile evento noto con la sigla SIDS (Sudden Infant Death Sindrome) (in italiano “sindrome della morte in culla”);
  • l’aumento di peso va calcolato a partire dal quarto-quinto giorno di vita, ripetendo la pesata al massimo una volta alla settimana;
  • indicativamente nel primo mese di vita l’aumento di peso deve essere di almeno 125 grammi a settimana o di almeno 600 grammi al mese;
  • negli allattati al seno, la “doppia pesata”, cioè prima e dopo la poppata per sapere quanti grammi di latte ha inghiottito, non è consigliata;
  • si può ritenere con sicurezza che il neonato mangi a sufficienza se per almeno due ore dopo la poppata dorme tranquillo, se inzuppa di pipì chiara almeno sei pannolini al giorno e se si scarica circa tre-sei volte al giorno, emettendo feci giallo-oro di consistenza semi liquida;
  • per quanto riguarda il numero delle poppate, il neonato nelle prime settimane di vita deve fare almeno sei poppate al giorno, una ogni tre – quattro ore;
  • se reclama la poppata a intervalli più ravvicinati, ogni due-tre ore va accontentato;
  • l’allattamento a richiesta è migliore rispetto a quello a schema fisso perché assicura una maggiore tranquillità del bambino;
  • i neonati allattati al seno non hanno bisogno di assumere liquidi diversi dal latte, quindi non vanno offerte né acqua né tisane;
  • il latte materno è più che sufficiente per mantenere l’organismo di un piccolissimo perfettamente idratato (vale anche per la stagione calda);
  • Il bagnetto può essere fatto a partire dai primi giorni di vita, quindi dal momento in cui il piccolo arriva a casa (si può fare anche se il moncone ombelicale non si è ancora staccato);
  • l’importante è dopo il bagno asciugare bene la zona, senza sfregare, ma tamponando dolcemente con un asciugamano morbido;
  • fino a quando non cade, dopo il bagno attorno al moncone va messa una garza sterile, da fissare con l’apposita retina ombelicale;
  • la garza va sostituita anche durante il cambio del pannolino almeno un paio di volte al giorno.
Testo a cura di Laura de Laurentiis e consulenza scientifica del dottor Leo Venturelli, specialista in pediatria. Ultima revisione in data 31/07/2019.
Fonti / Bibliografia
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.
Farina di riso alla pera

Farina di riso alla pera

17/01/2020 Ricette 4-6 mesi di Patrizia Masini

Età: da 4 mesi. Difficoltà: media. Lista della spesa: latte di tipo 1 o 2, farina di riso, omogeneizzato di pera o pera.  »

Calo nascite: in Italia nascono sempre meno bambini

Calo nascite: in Italia nascono sempre meno bambini

16/01/2020 Neonato di Silvia Finazzi

Nel 2018 sono venuti alla luce solo 439.747 bambini, oltre 18mila in meno rispetto al 2017. Ma perché nascono sempre meno bambini, facendo registrare nel nostro Paese il record di calo nascite?  »

Gnocchi alla romana light

Gnocchi alla romana light

10/01/2020 Ricette 12-18 mesi di Patrizia Masini

Età: da 12 mesi. Difficoltà: bassa. Lista della spesa: semolino, latte, acqua, olio extravergine d'oliva, formaggio grana, sale  »

Nel latte materno scoperto un antibiotico “intelligente”

Nel latte materno scoperto un antibiotico “intelligente”

10/01/2020 Allattamento di Miriam Cesta

La sostanza presente nel latte materno si chiama glicerolo monolaurato e uccide solo i batteri cattivi, mentre favorisce la crescita di quelli buoni   »

Il pianto del neonato imita la lingua della mamma

Il pianto del neonato imita la lingua della mamma

07/01/2020 Neonato di Miriam Cesta

A influenzare il pianto del neonato sono il ritmo e la melodia della voce della mamma ascoltati già nel pancione  »

Biscotti delle feste ad alberello

Biscotti delle feste ad alberello

03/01/2020 Ricette 12-18 mesi di Patrizia Masini

Età: da 12 mesi. Difficoltà: bassa. Lista della spesa: farina, uova, zucchero, burro, lievito, cannella  »

Prematuri: controlli di salute garantiti fino ai 3 anni. Ma non basta

Prematuri: controlli di salute garantiti fino ai 3 anni. Ma non basta

02/01/2020 Neonati prematuri di Miriam Cesta

Secondo gli esperti il monitoraggio dei prematuri deve proseguire fino ai 6 anni. Manca una rete strutturata e sono deboli i legami con i neuropsichiatri infantili  »

In aumento i neonati in astinenza da alcol o droghe

In aumento i neonati in astinenza da alcol o droghe

30/12/2019 Salute del neonato di Miriam Cesta

Per supportare i neonati con disordini da esposizione fetale ad alcol o droghe è fondamentale promuovere la diagnosi precoce. Ecco perché  »

Finta frittata di zucchine e piselli

Finta frittata di zucchine e piselli

27/12/2019 Ricette 10-12 mesi di “La Redazione”

Età: da 10 mesi; Difficoltà: Media; Lista della spesa: farina di ceci, zucchine, piselli, olio, menta, cipollotto  »

Diarrea da antibiotici nei bambini: un aiuto dai probiotici

Diarrea da antibiotici nei bambini: un aiuto dai probiotici

19/12/2019 Salute del neonato di Metella Ronconi

Una nuova associazione di probiotici sarebbe in grado di diminuire i casi di diarrea da antibiotici nei bambini. Uno studio è in corso  »

Pagina 1 di 122