L’allattamento al seno rende i bimbi più intelligenti?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 14/04/2014 Aggiornato il 14/04/2014

Un recente studio dimostra che i bambini che hanno avuto l’allattamento al seno hanno sviluppato un’intelligenza superiore alla media. Ecco perché

L’allattamento al seno rende i bimbi più intelligenti?

I benefici dell’allattamento al seno non si contano più. Negli ultimi tempi, all’elenco già lunghissimo dei vantaggi si è aggiunta una nuova voce: i bambini che sono stati nutriti dalla mamma sono più intelligenti. Fino a oggi, però, non si sapeva perché. Un recente studio condotto da un team di ricercatori americani, della Brigham Young University, pubblicato sul Journal of Pediatrics, aiuta a fare chiarezza.

Lo studio su 7.500 bambini

Lo studio ha riguardato 7.500 bambini seguiti dalla nascita fino ai cinque anni di vita. Gli autori, nel corso della ricerca, hanno raccolto varie informazioni. Innanzitutto, hanno chiesto ai genitori di compilare una serie di questionari sull’alimentazione dei figli, sull’ambiente famigliare, sull’educazione impartita, sull’abitudine o meno di leggere libri ai piccoli. Inoltre, madri e figli sono stati invitati a partecipare a diverse attività, tutte videoregistrate. Infine, è stato chiesto ai bimbi di completare compiti impegnativi: durante lo svolgimento, gli studiosi, hanno misurato il sostegno e la sensibilità agli stimoli emotivi del bambino offerti dalla madre. 


Due marce in più

Dall’analisi dei risultati, è emerso che nei bambini che avevano avuto un allattamento al seno per almeno sei mesi, la capacità di lettura e l’abilità nello svolgere i compiti assegnati erano maggiori. Per quali ragioni? Secondo gli esperti, tutto dipende dal fatto che le madri che allattano al seno per tempi prolungati, in genere, possiedono due abilità che le altre mamme possiedono in misura inferiore: sono capaci di rispondere in maniera adeguata agli stimoli emotivi dei bambini e leggono loro molti libri, fin dai nove mesi. Queste due caratteristiche sembrano promuovere un maggiore sviluppo del cervello dei piccoli, affinandone l’intelligenza. Stando a questo studio, dunque, non è tanto l’allattamento al seno in sé a essere benefico per il cervello dei bambini, quanto l’atteggiamento che le mamme che allattano tendono ad avere. 

In breve

CONFERME DA ALTRI STUDI

In passato, numerosi studi avevano già dimostrato che i bambini allattati al seno ottengono punteggi più elevati nei test di intelligenza e hanno migliori risultati a scuola, oltre a presentare un miglior sviluppo del cervello.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti