Latte materno donne vaccinate Covid: protezione ai neonati

Silvia Finazzi A cura di Silvia Finazzi Pubblicato il 09/03/2023 Aggiornato il 09/03/2023

Le neomamme che si sono vaccinate contro il Covid hanno un motivo in più per cercare di allattare al seno i loro bebè: proteggerli dall’infezione. Infatti, sembra che il latte materno donne vaccinate Covid contenga e trasmetta al piccolo anticorpi protettivi

Il latte materno di donne vaccinate covid protegge il neonato dall'infezione

Il latte materno rappresenta il miglior nutrimento possibile per un neonato ed è una fonte inesauribile di benefici non solo per il bebè ma anche per la mamma. Ora l’elenco giù nutrito dei suoi effetti positivi si arricchisce di una nuova voce: sembra che i bimbi allattati al seno da donne che si sono sottoposte alla vaccinazione contro il Covid-19 possano giovare di una protezione contro l’infezione. Stando ad alcuni studi, infatti, il latte materno donne vaccinate Covid contiene e trasmette anticorpi contro il virus.

Vaccino anti-Covid nei bambini: da che età?

Se in una prima fase la vaccinazione anti-Covid è stata riservata solo agli adulti, poi è stata estesa anche ai ragazzi e infine ai bambini, ovviamente nelle apposite formulazioni per l’infanzia. A oggi, però, restano esclusi dalla possibilità di ricorrere al farmaco i neonati: il vaccino è indicato dai cinque anni, anche se nelle scorse settimane il ministero della Salute ha esteso l’indicazione nella fascia d’età 6 mesi-4 anni. In questa popolazione, il vaccino è raccomandato in presenza di determinate fragilità e condizioni, ma può essere somministrato anche a bimbi sani su richiesta dei genitori. E nei primi mesi di vita? Al momento non esistono formulazioni adatte per i neonati, tuttavia esistono alcune strategie per diminuire il rischio di contagio. Fra queste, potrebbe esserci anche il latte materno delle donne vaccinate Covid: infatti, va ricordato che le donne incinte possono sottoporsi alla vaccinazione.

Il latte materno delle donne vaccinate protegge i bambini dal Covid

Sono già diversi gli studi che hanno dimostrato che il latte materno delle donne vaccinate Covid contiene anticorpi protettivi che possono essere trasmessi al neonato durante l’allattamento. L’ultimo è stato condotto da un’équipe di ricercatori statunitensi dell’Università della Florida ed è stato pubblicato sulla rivista Journal of Perinatology.

La ricerca ha riguardato un gruppo di neonati sotto i sei mesi d’età allattati al seno. I ricercatori hanno in un primo momento esaminato le feci dei piccoli e poi hanno chiesto alle rispettive madri di indicare se avessero o meno ricevuto il vaccino per il Covid. Lo scopo era capire se fra vaccinazione delle donne e minor rischio dei figli di ammalarsi ci fosse una qualche correlazione.

Dall’analisi dei risultati, è emerso che effettivamente nelle feci dei figli delle donne che si erano sottoposte a vaccinazione durante la gravidanza erano presenti anticorpi contro il virus SARS-CoV-2. Gli esperti avevano già condotto uno studio nel 2021, con il quale avevano dimostrato che il latte materno può contenere anticorpi SARS-CoV-2. «Gli anticorpi ingeriti attraverso il latte materno possono fornire un rivestimento protettivo nella bocca e nel tratto gastrointestinale dei neonati» hanno spiegato. Non è ancora stato chiarito però se gli anticorpi siano anche in grado di ostacolare l’ingresso del virus nel corpo dei bebè.  Serviranno nuove ricerche per fare più chiarezza.

 

 
 
 

In sintesi

Le donne in gravidanza possono essere vaccinate contro il Covid?

Sì, il ministero della Salute raccomanda la vaccinazione sia alle donne in gravidanza sia alle donne che allattano.

Perché il latte materno è importante per il bambino?

 Il latte materno rappresenta il nutrimento migliore per un neonato perché soddisfa tutte le sue necessità nei diversi momenti della crescita.

 

Fonti / Bibliografia

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti