Settimana dell’allattamento materno 2016

Dall’1 al 7 ottobre si svolge la settimana dell’allattamento materno, per sensibilizzare sul valore del latte della mamma. Ecco le iniziative principali

Anche quest’anno, dall’1 al 7 ottobre, torna l’appuntamento con la settimana dell’allattamento materno. L’obiettivo è sensibilizzare sull’importanza di quello che dovrebbe essere un gesto naturale e istintivo e che invece troppo spesso è difficoltoso e complicato da interferenze di varia natura. Il tema della settimana 2016 è il ruolo chiave dell’allattamento per il raggiungimento degli obiettivi di Sviluppo sostenibile approvati dall’Onu. Ecco l’elenco delle iniziative organizzate per l’occasione nelle principali città italiane.

Nord Italia

Milano: l’appuntamento è alle 10 in piazza Gae Aulenti, per un flashmob dedicato all’allattamento al seno.

Bergamo: il 7 ottobre, alle ore 10, presso la Sala Lombardia ATS Bergamo, Via Gallicciolli, 4, si tiene un momento di confronto sull’allattamento materno, aperto a tutte le mamme. Inoltre, dall’1 al 7 ottobre è possibile visitare la mostra “Baby pit stop: un luogo che accoglie la mamma che allatta!”, allestita presso l’Atrio ATS Bergamo, Via Gallicciolli, 4.

Torino: sabato 1 ottobre, in Piazza Palazzo di Città, dalle 10 si svolgono una serie di iniziative a sostegno dell’allattamento materno. Come il flashmob alle 10.30 e la tavola rotonda alle 11.15.

Centro Italia

Bologna: sabato 1 ottobre appuntamento alle 10 in Piazza Nettuno: alle 10.30, infatti, si tiene un flashmob per l’allattamento nelle piazze sui gradini della Sala Borsa.

Perugia: anche le mamme di Perugia e dintorni possono partecipare a un flashmob per sensibilizzare sull’importanza dell’allattamento al seno(): chi fosse interessato, deve recarsi sabato 1 ottobre alle ore 10.30 presso il Mercato Pian di Massiano, Perugia. Ad aspettare le mamme anche uno spazio gratuito di consulenza per l’allattamento gestito da Lotus Nascita, Giardino della Salute e La Leche League.

Roma: domenica 2 ottobre, alla Casa del Parco nella Valle della Caffarella, si tiene “Naturalmente Bimbi. Festa dell’allattamento e della genitorialità sostenibile”, un’iniziativa dedicata a genitori e bambini, durante la quale sarà anche possibile confrontarsi con gli esperti sulla crescita e l’educazione dei bambini. Non mancheranno momenti di gioco e festa.

Sud Italia e isole

Monopoli (Ba): si inizia domenica 2 ottobre, con un’intera giornata dedicata all’allattamento. Dalle 10 in poi convegni, stand, mostre fotografiche. E dal 3 all’8 ottobre, dalle 10 alle 12, è possibile accedere allo sportello di sostegno all’allattamento e di ascolto presso la sede Neomamme a Monopoli.

Rende (Cs): il 22 ottobre tutte le famiglie sono invitate al Museo del Presente a Rende. Dalle 16, infatti, è possibile partecipare a tante attività diverse, come lettura di libri illustrati, proiezione di film, conferenze, flashmob, giochi.

Sassari: presso le piscine comunali di Lu Fangazzu è possibile partecipare a tre incontri sull’allattamento:
-sabato 1 ottobre, ore 16, Allattamento tra miti e verità;

-mercoledì 5 ottobre, ore 11, Come proseguire l’allattamento tra ostacoli quotidiani e lavoro;

-venerdì 7 ottobre, ore 11, L’allattamento come base sicura per la crescita.

 

 

 
 
 

In breve

LE ALTRE INIZIATIVE
Per conoscere tutte le altre iniziative organizzate in occasione della settimana dell’allattamento materno visitare il sito del Movimento Allattamento Materno Italiano: http://mami.org

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Fontanella quasi chiusa a sei mesi: è un brutto segno?

La (quasi) chiusura della fontanella a sei mesi di età non è un segno allarmante, se lo sviluppo neurologico è normale e la crescita della circonferenza cranica regolare.   »

Tampone vaginale positivo allo streptococco al termine della gravidanza

Può accadere che in prossimità del parto il tampone vaginale rilevi la presenza dell'infezione. In questo caso, all'inizio del travaglio viene praticata la profilassi antibitica per evitare che il bambino venga contagiato al momento della nascita.   »

Influenza in gravidanza: è pericolosa?

Ci possono essere dei rischi, se l'influenza viene contratta nelle prime settimane di gravidanza, a causa della febbre. Nel secondo e nel terzo trimestre è improbabile che il bambino corra particolari pericoli. In generale, è sempre opportuno che una donna in attesa effettui la vaccinazione antiinfluenzale....  »

Fai la tua domanda agli specialisti