Prima visita dall’oculista del neonato. Quando effettuarla

Se non ci sono problemi, a un anno è bene fare un controllo dallo specialista per verificare che tutto proceda bene

La vista, come l’udito, è un organo di senso molto importante e complesso; per prevenire o curare con successo qualsiasi problema, è importante controllarla sin dalla nascita. Le prime verifiche fondamentali (come la simmetria degli occhi) vengono, infatti, eseguite su tutti i neonati; se il piccolo è a rischio o ha già qualche disturbo, è sottoposto a controlli più approfonditi dallo specialista. Anche i genitori possono rendersi conto della presenza di qualche problema osservando, per esempio, la forma degli occhi e le reazioni delle palpebre del bambino. Il pediatra, comunque, esegue un esame di screening quando il bimbo ha circa sei mesi (cioè quando il cervello inizia a fondere le immagini che gli arrivano dagli occhi); in caso di anomalie, il medico prescrive una visita specialistica. Anche se sembra che tutto sia regolare, è buona regola sottoporre il bimbo a un controllo dall’oculista verso l’anno: alcuni disturbi, infatti, possono essere individuati solo attraverso indagini specifiche e a questa età è ancora possibile intervenire con successo.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Sinechie delle piccole labbra: serve il cortisone?

Le pomate al cortisone non trovano specifica indicazione per le sinechie delle piccole labbra di una bambina. Una crema emolliente, che contrasti la secchezza delle mucose, se non ci sono sintomi né infezioni ricorrenti è più che sufficiente per controllare l'anomalia.   »

Influenza in gravidanza: è pericolosa?

Ci possono essere dei rischi, se l'influenza viene contratta nelle prime settimane di gravidanza, a causa della febbre. Nel secondo e nel terzo trimestre è improbabile che il bambino corra particolari pericoli. In generale, è sempre opportuno che una donna in attesa effettui la vaccinazione antiinfluenzale....  »

Massaggi anticellulite: si possono fare mentre si allatta?

I massaggi anticellulite possono essere effettuati tranquillamente durante l'allattamento, anche alla luce di una massima che tutte le neomamme dovrebbero fare propria: tutto quello che le fa sentire meglio si rifette positivamente sul bebè.   »

Fai la tua domanda agli specialisti