10 regole da seguire per il cambio del pannolino

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 25/10/2013 Aggiornato il 10/02/2015

Manuale d’istruzioni per mamme e papà alle prime armi con il cambio del pannolino

10 regole da seguire per il cambio del pannolino
CAMBIARE IL PANNOLINO AL NEONATO: ECCO LE 10 REGOLE!

1- Procurarsi tutto l’occorrente per il cambio del pannolino: pannolini, un cambio completo (tutina, maglietta intima o body, calzini), un telo pulito e asciutto, crema protettiva, acqua, detergente e dischetti di cotone (o salviettine inumidite, se l’acqua non è disponibile).

2- Lavarsi bene le mani prima di iniziare il cambio del pannolino.

3- Stendere l’asciugamano sul fasciatoio e adagiare il bambino disteso a pancia in su.

4- Svestire il bambino, sfilando la tutina dalle gambe; sollevarla e ripiegarla all’indietro. Slacciare il pannolino sporco, senza toglierlo, se il bambino si è scaricato, usare lo stesso pannolino per rimuovere la parte più consistente delle feci, ripiegare il pannolino sotto il sederino e sfilarlo.

5- Pulire accuratamente la zona genitale con i dischetti di cotone imbevuti di acqua tiepida o sotto l’acqua corrente, con sapone neutro, lungo le pieghe inguinali.

6- Nelle femmine, procedere con movimenti dall’avanti all’indietro (per non contaminare l’area con i germi intestinali presenti nelle feci), ricordandosi di detergere anche la zona vulvare, tra le grandi e piccole labbra.

7- Nei maschi che presentano ancora la parte terminale del pene coperta da una sottile pellicina (prepuzio), lavare solo la zona esterna. Nei bimbi più grandicelli, abbassare delicatamente il prepuzio e lavare anche la punta del pene, per rimuovere eventuali depositi di smegma (una sostanza secreta dai genitali, mischiata a cellule cutanee, sebo e materiali umidi provenienti dalle urine).

8- Asciugare con cura tutta l’area, facendo attenzione alle pieghe, perché l’umidità può causare macerazione e quindi irritazioni cutanee.

9- Applicare un velo di pasta protettiva per evitare gli arrossamenti e la comparsa di eritema da pannolino, dovuto al contatto con feci e urine.

10- Procedere al cambio del pannolino: aprirlo, infilarlo sotto il sederino, far passare la parte anteriore tra le cosce e allacciarlo sul davanti, senza stringere troppo.

VEDI IL NOSTRO TUTORIAL ILLUSTRATO PER IL CAMBIO DEL PANNOLINO. CLICCA QUI!

In breve

NON LASCIARE MAI IL BIMBO INCUSTODITO

Il bambino non va lasciato soli sul fasciatoio neppure per pochi istanti: durante il cambio,  è bene mantenere sempre un contatto con il suo corpo, anche solo con una mano. In caso di allontanamento improvviso (per esempio, se squilla il telefono), prenderlo in braccio e portarlo con sé.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Esposizione alla diossina: quali rischi per il feto?
16/09/2019 Gli Specialisti Rispondono

Durante la gravidanza, l'esposizione alla diossina non è particolarmente rischiosa per il bambino.  »

Bimba che sta attraversando i “terribili due anni”
03/09/2019 Gli Specialisti Rispondono

A due anni il bambino può diventare terribile. E' una fase della crescita sana e naturale che si può affrontare senza soccombere. Basta sapere come è meglio fare.   »

Vaccinazione DTP: è da fare in gravidanza?
02/09/2019 Gli Specialisti Rispondono

Oggi viene considerato opportuno sottoporre le donne incinte al richiamo vaccinale contro difterite, tetano e pertosse affinché il nascituro possa contare su anticorpi sufficienti a proteggerlo, nei primi mesi di vita, dalle tre malattie.   »

Fai la tua domanda agli specialisti