Il massaggio neonatale: un “regalo” per il bebè

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 16/07/2013 Aggiornato il 16/07/2013

Movimenti circolari, delicati e rilassanti sono la base del massaggio neonatale. Il piccolo riceverà benessere psicofisico e tanta dolcezza da parte di mamma e di papà

Il massaggio neonatale: un “regalo” per il bebè

Eseguire con regolarità un delicato massaggio neonatale su tutto il corpo dopo il bagnetto o prima della nanna aiuta il bambino a sentirsi amato dai suoi genitori e a sentirsi più sicuro di sé. E il massaggio neonatale aiuta anche i genitori a entrare in comunicazione con il piccolo.

Uno strumento di comunicazione

Con il massaggio neonatale i genitori imparano a capire i bisogni del proprio bambino in maniera del tutto naturale e istintiva. È un vero e proprio strumento di comunicazione e permette sia al neonato sia ai genitori di conoscersi e riconoscersi a vicenda. Inoltre il massaggio fa qualcosa di davvero importante: rafforza le relazioni favorendo il benessere fisico e mentale di tutti gli individui in gioco. Il massaggio neonatale apporta benefici indiscutibili e rilassa anche i neonati più inquieti.

Via lo stress

Il leggero tocco delle dita sulla pelle fa scaricare le tensioni e solleva da situazioni stressanti o comunque poco piacevoli il neonato. Inoltre, il massaggio regola il sistema respiratorio favorendo l’assunzione di ossigeno e al contempo il rilascio di anidride carbonica; ha il potere di rafforzare l’apparato cardiocircolatorio, in quanto aiuta la perfusione periferica e lo stabilizzarsi dei flussi sanguigni.

Migliora la salute

Un semplice massaggio riesce ad avere un effetto rinvigorente su tutto il sistema immunitario dei neonati. Il massaggio aiuta anche a risolvere alcuni problemi tipici del neonato, come le coliche gassose o la stitichezza.

Le gambe e i piedini

Sono per i neonati le parti più piacevoli da massaggiare e facilitano il rilassamento di tutto il corpo. Secondo la riflessologia plantare, inoltre, massaggiando la pianta del piede si stimola la funzionalità di precisi organi. Ci sono diverse tecniche per massaggiare i piedi e le gambe, per esempio:

– il massaggio indiano: si manipola prima una gamba e poi l’altra. Una mano tiene la caviglia della gamba che si massaggia, mentre l’altra mano scorre sulla gamba partendo dalla coscia e arrivando alla caviglia. A questo punto, si esegue il cambio della mano e si ripete il movimento. Si possono utilizzare sia il palmo sia le dita con un movimento che va dal centro verso l’esterno;

– la rotazione: si preme e si ruota delicatamente ogni dito del piedino;

– la pressione: si eseguono delle pressioni con i polpastrelli dei pollici su tutta la pianta del piedino.

Il pancino

Il massaggio sull’addome è particolarmente utile in caso di coliche gassose per favorire l’eliminazione dell’aria in eccesso. Può essere eseguito:

– dall’alto verso il basso: si procede con le mani perpendicolari al corpo del bambino da muovere in modo alternato partendo dall’alto dell’addome verso il basso;

– con movimenti circolari: in questo caso bisogna appoggiare una mano sul pancino e mantenerla aderente, quindi occorre eseguire movimenti circolari in senso orario partendo dal fianco destro del bambino;

– con i polpastrelli: esercitando una leggera pressione, si esegue una “camminata” da sinistra a destra.

Il volto

Trattenete la testa del bambino con le mani e sfiorategli la fronte con i pollici. Controllate le sue reazioni, perché questo movimento è in grado di calmarlo, ma anche di agitarlo. Continuate lo sfioramento sulle orecchie, pizzicando leggermente. Fate dei movimenti circolari sulla fronte, sulle tempie e sul cuoio capelluto.

In breve

DOVE IMPARARE A FARLO

Per imparare bene il massaggio infantile è necessario seguire corsi appositi in piccoli gruppi. Per informazioni i genitori possono rivolgersi alle strutture pubbliche o private (ospedali, asili nido e servizi educativi, consultori materno-infantili, palestre, cliniche e case private) o all’Aimi (Associazione italiana massaggio infantile), www.aimionline.it

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

La mia gravidanza si è interrotta subito: quando riprovarci?

16/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

Si può cercare un bimbo immediatamente dopo un aborto spontaneo, avvenuto nelle primissime settimane di gravidanza.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Dolicocefalia in bimbo di tre mesi: quali conseguenze?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Questo tipo di malformazione cranica comporta un problema quasi esclusivamente di natura estetica.   »

Fai la tua domanda agli specialisti