Irritazioni e freddo, come difendere la pelle dei più piccoli

Miriam Cesta A cura di Miriam Cesta Pubblicato il 29/01/2019 Aggiornato il 31/01/2019

Le raccomandazioni degli esperti per avere cura della pelle dei più piccoli contro irritazioni e freddo, che soprattutto in questi giorni rischia maggiormente di provocare secchezza, pruriti e rossori

Irritazioni e freddo, come difendere la pelle dei più piccoli

Il freddo pungente di questi giorni mette a dura prova la pelle. Particolarmente quella del bebè, ancora priva delle difese naturali. Per proteggerla, sì alle creme idratanti e al cotone a contatto con la pelle contro irritazioni e freddo, no al sudore. E via libera al bagnetto. I consigli sono di May El Hachem, responsabile di Dermatologia dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, che invita a fare attenzione soprattutto ai bimbi piccoli e ai neonati, la cui cute risulta essere particolarmente delicata.

Creme idratanti

Particolare attenzione contro irritazioni e freddo deve essere prestata soprattutto a viso e mani di tutti i bambini poiché, come spiega El Hachem, “la pelle dei bambini è molto delicata, e il freddo la rende più secca del solito. È bene dunque idratarla almeno una volta al giorno”. Se poi il bambino ha la pelle costituzionalmente secca, è bene idratarla anche tre volte al giorno, spiega l’esperta.

Cotone protettivo per la pelle

Pile e altri tessuti sintetici, facili da lavare e rapidi ad asciugarsi, spesso si rivelano nocivi per la pelle dei più piccoli. Attenzione anche alla lana, che può irritare. Il tessuto da mettere a diretto contatto con la pelle è il cotone: “Attenzione anche alla zona del collo e alle guance: lo sfregamento con sciarpe di lana o colli di pelo può irritare, ecco perché è meglio assicurarsi che uno strato di cotone protegga sempre la pelle più delicata”, spiega la dermatologa.

No al sudore

Anche in inverno, poi, è bene ricordare alle mamme – e soprattutto alle nonne – che i bambini non vanno mai coperti troppo, né di notte, né di giorno, affinché non sudino: “Occorre evitare l’eccesso di calore – continua El Hachem – che può danneggiare la pelle e favorire il prurito e l’insorgenza di follicoliti”. Oltre che il rischio di disidratazione.

 

 

 
 
 

lo sapevi che?

Se la crema idratante viene applicata sulla cute un po’ umida si assorbe di più ed è più efficace.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Ricette per lo svezzamento

Vaccini per bambini

Elenco frasi auguri nascita

Elenco frasi auguri battesimo

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tampone positivo allo streptococco durante la gravidanza

23/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono delle indicazioni da seguire quando si risulta positive allo streptococco in prossimità del parto, prima tra tutte recarsi con urgenza in Pronto soccorso fin dalla prima comparsa delle contrazioni.   »

Paroxetina: si può assumere nel periodo preconcezionale e poi in gravidanza?

23/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In relazione agli psicofarmaci, nel periodo del concepimento e poi durante la gravidanza è importante assumerli sotto la guida dello psichiatra e del ginecologo, in accordo tra loro.   »

Tosse dei bambini: l’antibiotico serve o no?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

La tosse secca, anche se più disturbante, non deve preoccupare e non richiede inevitabilmente l'antibiotico, che invece va somministrato quando la tosse è “grassa”, con tanto catarro, e si protrae per oltre quattro settimane senza alcun accenno di miglioramento.  »

Fai la tua domanda agli specialisti