Con la super culla basta notti in bianco!

Una super culla di ultima generazione “coccola” i bebè insonni finché si riaddormentano. E i genitori possono dormire

Potrebbero e dovrebbero dormire tutta notte, dalle 9 alle 12 ore a seconda dell’età. E, invece, sono moltissimi i bimbi insonni, che fanno fatica a riposare bene di notte e spesso anche di giorno. Ma ben presto le cose potrebbero migliorare. Infatti, un gruppo di ingegneri del Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha messo a punto una super culla hi-tech in grado di cullare i bambini finché si riaddormentano.

Ripercussioni su tutta la famiglia

Per ogni bimbo insonne c’è almeno un genitore che non dorme. Quando i più piccoli continuano a rigirarsi nel letto (nella migliore delle ipotesi) oppure a piangere e lamentarsi (nella peggiore), infatti, mamma o papà sono costretti ad alzarsi per calmarli e cullarli. Con la super culla di ultimissima generazione, però, le nottate in bianco potrebbero diventare solo un lontano ricordo.

Riproduce il grembo materno

La super culla, che gli studiosi hanno deciso di chiamare Snoo, è una sorta di seconda mamma. Dopo la nascita, i bebè hanno bisogno di un certo lasso di tempo per abituarsi al mondo esterno: dopo che per nove mesi sono stati al buio dentro al pancione di mamma, lontano dai rumori e stimoli esterni, completamente protetti, nei primi giorni di vita potrebbero essere un po’ disorientati e avere bisogno di molte premure e attenzioni speciali. Addirittura, secondo alcuni membri dell’American Academy of Pediatrics, per diminuire lo shock del passaggio e favorire l’ambientazione del piccolo nel mondo “reale”, sarebbe necessario creare per lui un contesto simile a quello uterino. È sulla base di questi presupposti che gli ingegneri statunitensi hanno creato una super culla.

Lo aiuta ad addormentarsi

La culla riproduce fedelmente l’utero materno. In pratica, il neonato va sistemato in una sorta di tutina che lo fascia e gli permette di provare le stesse sensazioni avvertite nel grembo della mamma. Quindi, va appoggiato “fra le braccia” di Snoo, che lo culla dolcemente. Grazie a speciali sensori, il sistema intelligente è in grado di capire quando il bambino si addormenta: a quel punto, l’effetto dondolio si interrompe. E se il bebè si risveglia? Niente paura, la culla ricomincia a cullarlo.

Anche controllo a distanza

Snoo è dotata anche di piccoli microfoni che registrano il pianto, così mamma e papà possono intervenire in caso di bisogno. Inoltre, nel sistema sono integrati altoparlanti che diffondono i cosiddetti “rumori bianchi”, che hanno il potere di calmare i neonati e di facilitarne il sonno.

Solo fino ai 6 mesi

La super culla ultra sembra davvero la soluzione ideale per i bimbi insonni. Ci sono solo due svantaggi. Il primo è che è adatta solo nella fascia 0-6 mesi, quindi, se i problemi di insonnia continuano anche dopo i genitori non hanno alcun alleato su cui contare. Il secondo è il costo: ogni esemplare ha un prezzo di circa 1.160 dollari. Anche se, va detto, pur di riprendere a dormire molti sarebbero disposti a fare carte false.

 

 

 
 
 

In breve

FACILISSIMA DA USARE

I genitori possono attivare le varie funzioni della culla hi-tech attraverso lo smartphone o il tablet, utilizzando una app e il wi-fi.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Sinechie delle piccole labbra: serve il cortisone?

Le pomate al cortisone non trovano specifica indicazione per le sinechie delle piccole labbra di una bambina. Una crema emolliente, che contrasti la secchezza delle mucose, se non ci sono sintomi né infezioni ricorrenti è più che sufficiente per controllare l'anomalia.   »

Influenza in gravidanza: è pericolosa?

Ci possono essere dei rischi, se l'influenza viene contratta nelle prime settimane di gravidanza, a causa della febbre. Nel secondo e nel terzo trimestre è improbabile che il bambino corra particolari pericoli. In generale, è sempre opportuno che una donna in attesa effettui la vaccinazione antiinfluenzale....  »

Massaggi anticellulite: si possono fare mentre si allatta?

I massaggi anticellulite possono essere effettuati tranquillamente durante l'allattamento, anche alla luce di una massima che tutte le neomamme dovrebbero fare propria: tutto quello che le fa sentire meglio si rifette positivamente sul bebè.   »

Fai la tua domanda agli specialisti