Le cure della mamma? Un anti-stress per il piccolo

Un recente studio dimostra che i bimbi che nei primi mesi di vita ricevono tante cure e attenzioni da parte della mamma sono più protetti dallo stress

Le cure della mamma? Un anti-stress per il piccolo

Non è vero, come dicono alcuni, che ricoprire il neonato di cure e attenzioni è controproducente. L’amore di mamma non è mai troppo. Non solo non rende il bimbo viziato e poco autonomo, ma lo protegge anche dallo stress. Questa, perlomeno, è la conclusione cui è giunto uno studio condotto da un gruppo di ricercatori americani, della University of California, presentato al 52° Meeting dell’American College of Neuropsychopharmacology.

Lo studio americano

Lo studio è stato effettuato su un gruppo di cuccioli di topi. Alcuni di loro ogni giorno sono stati separati per brevi periodi dalla mamma, mentre gli altri no. Gli autori hanno cercato di capire come questo influenzasse la salute dei topolini e, in particolare, la reazione del loro organismo allo stress, analizzando il loro cervello. Dall’analisi dei risultati, è emerso che la separazione temporanea era benefica. Infatti, le mamme cercavano di compensare la loro assenza dedicando cure ai cuccioli e ricoprendoli di amore dopo il ricongiungimento. Secondo gli studiosi, queste attenzioni aggiuntive possono contribuire a creare nei topolini una sorta di una barriera anti-stress utile per la loro vita adulta. Infatti, si è visto che nel cervello dei cuccioli separati dalla mamma l’attività dei geni che svolgono un ruolo chiave per la risposta allo stress era modificata in senso positivo.

Servono altre ricerche

Ovviamente serviranno nuovi studi per capire se questo succede anche negli esseri umani. Tuttavia, gli esperti ne sono convinti: le cure materne nei primi mesi di vita sono un toccasana. Potrebbero davvero influenzare positivamente l’attività delle cellule nervose che rilasciano ormoni in risposta a stimoli stressanti e rendere il bebè più o meno vulnerabile a eventi stressanti e più o meno suscettibile a disturbi dell’umore quali la depressione.

In breve

ATTENZIONI ANCHE PER LA MAMMA

Per la mamma stare il più possibile con il bimbo appena nato è una necessità e anche un piacere. Per non soccombere allo stress e alla stanchezza, però, è bene cercare anche di riposare e di ritagliare degli spazi per sé. 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

Dubbi sulle date delle vaccinazioni

Le date che vengono indicate per vaccinare i bambini sono approvate dalla Comunità scientifica pediatrica, quindi non di deve temere di rispettarle.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti